Contatta la redazione - Tel e Whatsapp 3351400591
Segnala una notizia

Quarantena per chi entra in Abruzzo dalle zone rosse, rischia il carcere chi la viola

Lo prevede la direttiva inviata dal Viminale ai prefetti, chi viola la quarantena rischia carcere. L’ ipotesi è di un delitto colposo contro la salute pubblica.
La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista in via generale dal 650 cp (con una pena prevista di arresto fino a 3 mesi o l’ammenda fino 206 euro), «salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del codice penale: delitti colposi contro la salute pubblica, che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica».

 

Disposizioni per chi entra in Abruzzo

Il vice Presidente della giunta regionale, Emanuele Imprudente , ha emanato l’Ordinanza n. 2 del 08/03/2020  (vedi allegato) per il contenimento del diffondersi del virus COVID 19 sul territorio regionale. Tutti gli individui che hanno fatto ingresso in Abruzzo  con decorrenza dalla data di oggi, 8 marzo 2020, provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena , Parma , Piacenza , Reggio Emilia , Rimini , Pesaro e Urbino , Alessandria , Asti , Novara , Verbano- Cusio-Ossola , Vercelli , Padova , Treviso , Venezia , hanno l’obbligo:

di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta, i quali provvederanno a comunicare tali informazioni agli operatori di sanità pubblica del servizio sanitario competente  e , per i non residenti in Abruzzo, la comunicazione va resa direttamente agli operatori di sanità pubblica dela servizio sanitario territorialmente competente ai seguenti recapiti:

al numero dell’Emergenza 118 per l’Asl 1 Avezzano-Sulmona -L’Aquila ;

al numero verde 800860146 per  l’Asl 2 Lanciano-Vasto- Chieti ;

al numero dell’Emergenza 118 o al numero 333 61 62 872 per la Asl 3 Pescara;

al numero verde 800 090 147 per l’ asl 4 Teramo;

Hanno l’obbligo inoltre di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario , mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni, di osservare il divieto di spostamenti e viaggi e  di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza. In caso di comparsa di sintomi bisogna avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’ operatore di sanità pubblica territorialmente competente.

La mancata osservata dell’ordinanza comporterà le conseguenze sanzionatorie come per legge (art. 650  c.p. se il fatto non costituisce più grave reato). K.S. 200308

Rilevati 3 nuovi casi Covid a Civitella Roveto

Civitella Roveto - Nella giornata di oggi, 21 aprile, la ASL ha comunicato agli amministratori di Civitella Roveto l'individuazione, nel territorio ...

Cittadini svantaggiati: il Comune di Canistro assegna due borse lavoro

Canistro - Il Comune di Canistro ha pubblicato un bando pubblico per il reclutamento di due disoccupati/inoccupati in situazione di disagio ...

Riapertura di bar e ristoranti in Abruzzo. Coldiretti: “solo poco più di 1 locale su 2 può contare su spazi all’aperto”

Abruzzo - La riapertura di bar e ristoranti per il servizio al tavolo riguarda solo poco più di 1 locale su 2 che può contare su spazi all’aperto ma ...

Ripreso dalla telecamera mentre abbandona rifiuti speciali

Ovindoli - Ancora una volta le telecamere di sorveglianza hanno fatto il loro lavoro, come fa rilevare il Sindaco di Ovindoli, Simone Angelosante. ...

Fermato senza mascherina prende a calci la macchina della Polizia Locale

Civitella Roveto - E' successo a Civitella Roveto nei giorni scorsi. Protagonista della vicenda un uomo che veniva sanzionato per il mancato ...

Domani il Parco Nazionale della Maiella diventa Geoparco Mondiale dell’UNESCO

Abruzzo - Giovedì 22 aprile 2021, il territorio del Parco Nazionale della Maiella diventa Geoparco Mondiale dell’UNESCO con il nome di Majella ...

Terre Marsicane - La Voce della Marsica
Reset Password
Compare items
  • Total (0)
Compare
0
Shopping cart