La città di Zurigo ha riaccolto il suo esule più illustre, Ignazio Silone: l’uomo dal cuore incorrotto


Pescina – La città svizzera di Zurigo ha di nuovo illuminato il borgo fantastico di Fontamara, celebrando il suo autore Ignazio Silone: L’ Uomo dal Cuore Incorrotto. Una tre giorni intensissima, ricca di suggestioni ed emozioni, con un programma che ha scandito le varie anime di questo “viaggio nel tempo”, nel nome del grande scrittore abruzzese, che vi trascorse tanti anni come esule antifascista, ma qui costruendo anche la sua nuova vita di romanziere, conosciuto in tutto il mondo. In queste giornate storiche-ha sottolineato il sindaco di Pescina, Mirko Zauri– (nella delegazione anche il Presidente C.C V.Parisse e l’Ass.re C. Antonio Odorisio) le nostre comunità sono diventate più unite (con la collega Corine Mauch), celebrando il loro illustre “cittadino del mondo”, unendo così le sue radici natie e quelle della piena maturità umana e letteraria.

Un’evoluzione complessa e sofferta questa – ha proseguito Zauri – che ancor più deve essere approfondita, ma che fa della Svizzera da sempre il Paese delle libertà civili, religiose e politiche, fonte d’ispirazione per tutte le democrazie, che Silone difendeva, anche con i suoi difetti. Un rapporto eccellente, testimoniato altresì dal saluto portato dal Console Generale d’Italia a Zurigo, Gabriele Altana. “Un lavoro di ricerca e di studio incessante, della Città di Pescina, attraverso il suo prestigioso Centro Studi IS- ha rimarcato la sua Presidente Tiziana Cucolo– svolto in tanti anni, grazie alla stessa Regione Abruzzo (con l’Ass.re Daniele D’Amario), qui rappresentata dalla sua Consigliera e membro del Cram, Sabrina Bocchino, (presente l’ex Presidente A.Innaurato). Essa dal 1995 sostiene il suo Premio Internazionale, con il prezioso contributo anche di altri enti ed Istituzioni culturali, come le Fondazioni bancarie, dalla Carispaq alla Terzo Pilastro Internazionale (con il Presidente E. F.M.Emmanuele), a cui si deve il magnifico restauro del “Museo Casa Natale IS” ed ora di un incisivo programma biennale, già avviato).

La sua naturale evoluzione non poteva che essere la costituzione del Parco Letterario a lui intitolato, come un nuovo capito lo di sviluppo e di crescita dell’intera comunità marsa. La Cultura – ha concluso la Presidente – si nutre da sempre di Libertà, che come ricordava Ignazio Silone: “È la possibilità di dubitare, di sbagliare, di cercare, di esperimentare, difronte ad una qualsiasi autorità, letteraria, artistica, filosofica, religiosa, sociale ed anche politica”. I saluti della Chiesa Valdese, con A.M. Cimini, è stata un’ennesima testimonianza di questo spirito di tolleranza. Così la prima di queste tre giornate ha visto l’apertura della mostra itinerante: “L’arte è un fiore selvaggio, ama la liberta: L’UOMO, LO SCRITTORE, L’INTELLETTUALE,” che è stata presentata dall’ esperto, Martorano Di Cesare. La proiezione del film “Fontamara” del regista Carlo Lizzani ha riportato tutti alle magiche immagini di una Marsica ancestrale, che il nostro scrittore ha fatto conoscere al mondo intero. Un universo vitale, intriso di storia, cultura e tradizioni secolari, che questa prima serata ha concluso con una cena, a tema siloniano, (grazie allo chef Sandro Baliva e il suo staff), stupendo tutti, con i gustosi piatti tipici della cucina abruzzese.

La seconda giornata dei lavori ha visto le pregevoli riflessioni sull’eminente figura di I.Silone, (moderate da G.Cretti), con illustri relatori come l’attuale Direttore de” “L’Avvenire dei Lavoratori”, A.Ermano, (Silone  lo diresse tra il 1941/44), ricordando il suo contributo, con Colorni, per la prospettiva di un’Europa federalista, riformista e socialista. Da parte sua la studiosa T.Crivelli ha evidenziato il grande lavoro di ricerca della Università di Zurigo, a cui dare continuità, sintetizzato negli atti dello stesso convegno “Zurigo per Silone 2020”, da lei coordinato. L’altra studiosa, S.Ferrari, ha sottolineato il grande impegno di ricerca del “Centro Studi IS”, che va arricchito con nuovi studi e l’acquisizione di tutti i carteggi originali siloniani. La visione del mondo protestante è stata portata da E.Campi, già  direttore dell’Istituto di Storia della Riforma svizzera. La serata si è poi conclusa con lo spettacolo teatrale e musicale: “Un Cuore Incorrotto, Silone l’Uomo”, a cura del soprano B. D’Amore (ideatrice del progetto), con la voce recitante D.Angelosante e la pianista S.Cardone. Un programma articolato, che ha visto fino all’ ultima giornata la visione di una mostra fotografica (a cura di M.La Barba) sulle storiche associazioni abruzzesi in Svizzera, che da decenni hanno una presenza primaria, grazie anche all’attivismo di dirigenti come A.Corradi, con il sostegno altresì del nostro Cram e di Istituzioni come la “Dante Alighieri“. Una serie di eventi, che hanno suscitato tanto orgoglio e nostalgia nel mondo della nostra emigrazione, che già chiede di dare ad essi una continuità, sempre nel nome dello scrittore di Fontamara, di Vino e Pane ed il Seme sotto la Neve, che qui videro la luce, come trilogia dell’esilio: “La letteratura come fonte di nuova vita”. Una sfida aperta per la Città di Pescina, fin dal 2023: l’Anno del Turismo di Ritorno. Alla Scoperta delle Origini.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Avezzano si prepara a salutare la clinica Santa Maria: verrà demolita

Avezzano – Da tempo in preda al degrado la struttura della clinica Santa Maria di Avezzano verrà demolita. La città di Avezzano dunque si prepara a salutare un altro edificio ...


Problemi alla linea elettrica sulla ferrovia Avezzano-Sulmona: riapertura prevista slittata a settembre

Contrariamente a quanto inizialmente previsto da RFI la risoluzione del problema alla linea elettrica sulla ferrovia Roma-Avezzano-Sulmona-Pescara sta andando per le lunghe. La previsione di ...

Ortona dei Marsi, a breve entrerà in funzione il nuovo pulmino donato dal PNALM

Ortona dei Marsi – Sta per entrare in funzione il nuovo pulmino del comune di Ortona dei Marsi, totalmente elettrico e donato dal Parco Nazionale ...

Cane legato ad un palo e abbandonato tra i rovi sotto il sole nei pressi dello zuccherificio, ora cerca una nuova casa

Si avvicina ferragosto e, come purtoppo accade ogni anno, cresce il numero degli animali domestici abbandonati. L’ultimo episodio è stato segnalato nei pressi dello zuccherificio ...

Auto in fiamme sull’autostrada A 25 nei pressi di Cocullo

Oggi intorno intorno alle 15.30, sull’autostrada A 25, tra Sulmona e Cocullo all’altezza del Km 127, un’automobile è andata in fiamme. Oltre 2km e mezzo ...