#IoSonoBerardo: il popolo di Fontamara in rivolta!

Pescina – Da qualche giorno ha fatto capolino su Facebook l’hashtag #IoSonoBerardo con l’invito del Sindaco di Pescina, Stefano Iulianella, a far sentire la propria voce ed il proprio disappunto verso chi vorrebbe togliere l’acqua ai fontamaresi, come raccontato dallo scrittore Ignazio Silone nel romanzo Fontamara nella quale si racconta l’episodio di Don Circostanza che si offre come mediatore di un accordo che stabilisce che «tre quarti scorrano nel nuovo letto del fiume, mentre i tre quarti del rimanente nel vecchio, cosicché ognuno abbia tre quarti»; più avanti, di fronte alla pretesa dell’Impresario di aver in usufrutto l’acqua per 50 anni, l’avvocato suggerisce di «ridurre il termine a soli 10 lustri»

Anche se quanto appena descritto fa parte di un racconto, quello che sta accadendo sembrerebbe un vero e proprio furto ai danni di Pescina e degli altri paesi derivante dalla captazione delle acque del Giovenco per poi, attraverso una condotta sotterranea, portarle in un invaso da realizzare presso la Valle di Amplero, tra l’altro sito archeologico, un invaso che contenga acqua per l’irrigazione nei periodi più caldi.
Argomento questo ampiamente trattato qualche giorno fa sulle pagine di Terremarsicane.

Convocato per sabato alle 15.30 un consiglio comunale straordinario alla quale tutti i cittadini sono invitati a partecipare oltre che a diffondere le loro opinioni e foto utilizzando l’hashtag #IoSonoBerardo e sulla pagina facebook omonima.

Leggi anche