Morte di Kaos, indagano i carabinieri forestali, scatta l’inchiesta



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

I carabinieri forestali indagano sulla morte del cane pastore tedesco Kaos, tre anni e mezzo, uno dei cani eroi dei terremoti del 2016, nel pomeriggio hanno effettuato un sopralluogo per fare rilievi nel giardino della casa di Sant’Eusanio Forconese (L’Aquila). Come riportato dall’Ansa.
Secondo quando riferito dal proprietario, l’addestratore aquilano Fabiano Ettorre, “dalle condizioni in cui è stato trovato l’animale al 99 per cento la morte sarebbe riconducile ad un crudele avvelenamento”.

“I carabinieri forestali – spiega ancora Ettorre, che ha trovato morto Kaos in una parte nascosta del giardino ieri intorno a mezzogiorno – mi hanno riferito che torneranno con un veterinario visto che io non voglio che Kaos venga trasferito a Teramo. Non mi importa, non posso accettare che mi venga ridato tra cinque mesi”, racconta con un tono di voce che fa capire il dolore che prova per l’improvvisa scomparsa del suo cane.
Solo successivamente scatterà la denuncia da parte di Ettorre che in un primo momento ha pensato che Kaos fosse stato rapito. “Kaos non usciva mai di casa – spiega ancora Ettorre – quando mi sono svegliato non l’ho trovato in giardino. Ho subito pensato a un rapimento, poi la terribile scoperta. Kaos era a terra senza vita in un punto poco visibile del giardino”.




Lascia un commento