lunedì, 24 Giugno 2024
Home Attualità Successo di pubblico per la presentazione del libro di Sandro Valletta sulla ricostruzione del Patrimonio Archivistico Consortile

Successo di pubblico per la presentazione del libro di Sandro Valletta sulla ricostruzione del Patrimonio Archivistico Consortile

A+A-
Reset

Avezzano – Sabato pomeriggio, con un bellissimo evento e di fronte ad un folto ed attento pubblico, nella caratteristica cornice del Parco dell’Incile – ‘Madonnone”, è stata presentata la pregevole ricerca documentale del Prof. Sandro Valletta, “RICOSTRUZIONE DOCUMENTAZIONE STORICA DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO CONSORTILE”, riguardante il periodo che va dal secolo scorso, con il prosciugamento del lago di Fucino, fino alla costituzione del Consorzio di Bonifica Ovest – Bacino Liri-Garigliano.

L’evento è stato interessante, importante, partecipato e pieno di contenuti storico-legislativi, grazie agli interventi qualificatissimi e apprezzatissimi degli alti relatori quali il neo Presidente del Consorzio Giancarlo Annibale DI PASQUALE, il già Commissario Danilo TARQUINI, l’Avv. Leonardo CASCIERE, l’Arch. Antonino PETRUCCI, l’autore della ricerca, Sandro VALLETTA, la chiusura del Direttore del Consorzio Abramo BONALDI, la magistrale moderazione del giornalista Sergio VENDITTI, e l’indirizzo di saluto del Prof. Raffaele CHIARELLI, Preside della facoltà di Scienze Politiche e direttore del Dipartimento delle politiche pubbliche dell’Università “G. Marconi ” di Roma.

Affrontando gli argomenti, si è anche aperto un nuovo filone di ricerca riguardante la documentazione delle proprietà trasferite negli anni ai vari Enti Regionali ed attualmente in capo al Consorzio di Bonifica Ovest. È stato piantato un seme che potrà fiorire in futuro, in ispecie se ci sarà riscontro ed interesse da parte delle Istituzioni Scolastiche, che porterà gli studenti a conoscere ed approfondire la storia della nostra terra, già abilmente narrata da Ignazio Silone, della nostra civiltà, delle lotte contadine che l’hanno contraddistinta, dei nostri avi e del nostro popolo, sperando di cominciare il “tour” fin dal mese di settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, per illustrare quanto riportato nel libro, uno strumento veramente prezioso per l’avvio di questa campagna promozionale. Una ricerca di documenti storici fondamentali, ricca di preziose ed ineccepibili informazioni. Per i fruitori sarà un’occasione irripetibile per conoscere le vicende del nostro territorio, che sono il dna non solo del nostro passato ma, soprattutto, del nostro presente. In questo caso, l’autore, il Prof. Sandro Valletta, lo ha redatto come un libro che permette a tutti, studiosi della materia compresi, di conoscere i meccanismi che hanno regolato la civiltà fino ai giorni nostri. Insomma, l’opera rispecchia una realtà che rivisita, e sicuramente sarà a lungo rivisitata, un ‘excursus’ storico/giuridico del secolo passato e di quello presente.

L’autore, nella compilazione di questo studio, ha svolto un grande lavoro, anche di ricerca di “archeologia giuridica” e, con la saggezza del buon archeologo, ci ha consegnato un ‘reperto’ che ognuno di noi dovrà conservare gelosamente come testimonianza storica. Dovremmo sempre essere grati al Prof. Valletta per la volontà e la passione profusa nel farci conoscere una realtà antica, nel tempo e fuori dal tempo, in quanto con questo eccellente lavoro ci consegna un mondo dove tutto è ancorato alla vita di ieri e di oggi e al nostro passato, ma attento e pronto ad accettare il presente. Trattandosi di un’opera originale, quindi fino ad ora mai realizzata, lo sforzo dell’autore è stato quello della ricerca di notizie inedite, per la maggior parte attinte dal vasto archivio storico dell’Ente, nella sede avezzanese di ‘Palazzo Torlonia’. Questo scritto, rivolto soprattutto alle giovani generazioni, ha come scopo quello di offrire un contributo alla scarsa conoscenza riguardante l’argomento perche’, come ha dichiarato il direttore Bonaldi nel suo intervento conclusivo:” … con le sue precise e minuziose descrizioni il Prof. Valletta ci dona un “patrimonio” intenso, che va letto e riletto per comprenderne la profondità e la sensibilità dei nostri avi e del nostro popolo, sotto tutti i punti di vista”.

Il tardo pomeriggio si è concluso con la visita guidata al “Madonnone” con un ‘cicerone’ d’eccezione, il già citato Direttore Bonaldi, che ai presenti ha illustrato, con dovizia di particolari, lo splendido complesso monumentale, spesso sconosciuto anche a noi marsicani. L’autore, avendolo già fatto nel suo intervento, pubblicamente, oltre a tutti i presenti, alta testimonianza di stima e affetto verso la sua persona, gradisce ringraziare la Dott.ssa Eleonora VIGLIONE, Responsabile del catasto al Consorzio di Bonifica, e la Dott.ssa Gioia CASTIELLO, Responsabile dell’archivio, per la loro continua e squisita cortesia, gentilezza, competenza e disponibilità ma, soprattutto, per la vicinanza ed il supporto in questi oltre ventuno mesi di ricerche. Un attestato di gratitudine vuole esprimerlo alla Sig.na Roberta FALCIONI, sempre pronta a videodattiloscrivere le note, continuamente, inviatele.

necrologi marsica

Don Giovanni Cosimati

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Ultim'ora