Sit-In davanti al Tribunale di Avezzano contro l’impianto di compostaggio dei rifiuti “Cesca”

"Basta con la puzza” è lo slogan che il "Comitato in difesa del territorio equo" ha scelto per la marcia di protesta organizzata per sabato 13 ottobre 

Avezzano – Questa mattina davanti al Tribunale di Avezzano si è svolta una manifestazione organizzata dal consigliere di minoranza dell’Amministrazione di Magliano De’ Marsi, Sante Gentile, contro l’impianto di compostaggio dei rifiuti “Cesca”, sito in Massa D’Albe.

Hanno partecipato gli amministratori dei comuni di Magliano De’ Marsi, Massa D’Albe e Scurcola Marsicana preoccupati per la salute dei loro cittadini in quanto da troppo tempo il cattivo odore proveniente dalla struttura invade i paesi del territorio.

“Basta con la puzza”, invece, è lo slogan che il “Comitato in difesa del territorio equo” ha scelto per la marcia di protesta organizzata per sabato 13 ottobre  a tutte le associazioni del territorio.
La marcia partirà alle ore 10:00 da Magliano De’ Marsi per raggiungere l’impianto di Compostaggio “Cesca”.
“Difendiamo il diritto alla salute per noi e per i nostri figli – si legge sul manifesto – chiediamo risposte agli Enti preposti alla protezione della salute pubblica, in merito alle presunte irregolarità nei permessi di costruzione e nel funzionamento dell’Impianto”.

Di seguito le dichiarazioni dei sindaci:

Il Sindaco di Magliano dei Marsi avv. Mariangela Amiconi:
“Sono molto preoccupata per la salute dei miei cittadini e per l’ambiente. Negli ultimi mesi le emissioni nauseabonde si sentono in maniera più eccessiva e la preoccupazione aumenta. Ho presentato diverse istanze alla Regione, all’ARTA ed ai comuni circostanti per cercare di risolvere il problema delle emissioni nauseabonde derivanti dall’impianto.
Oggi il sit-in dinanzi al Tribunale di Avezzano ha lo scopo di sensibilizzare la collettività su questo problema, che non riguarda solo il comune di Magliano De’ Marsi, ma anche Massa D’Albe e Cappelle, e gli organi della giustizia a cui chiediamo di darci delle risposte. Nel frattempo siamo in attesa della sentenza del Consiglio di Stato. Avremmo dovuto manifestare dinanzi al Consiglio di Stato o alla Procura ma il Tribunale in questo caso rappresenta la giustizia, la legalità. Ad oggi non si sa come sia gestito questo impianto e viste le emissioni nauseabonde che stanno aumentando, come sindaco sono molto preoccupata per la salute dei miei cittadini. L’impianto è sito nel comune di Massa D’Albe e come sindaco di Magliano De’ Marsi purtroppo non posso prendere nessun provvedimento verso i gestori dell’impianto né chiedere la chiusura dello stesso. Ma ricordo che vicino all’impianto, a meno di 1500 metri, ci sono abitazioni e scuole di Magliano, e per questo la preoccupazione è molto forte. Il 13 ottobre parteciperò, insieme ai cittadini, alla marcia di protesta che da Piazza della Repubblica arriverà fino alla sede dell’impianto.”

Il consigliere di minoranza di Magliano De’ Marsi Sante Gentile: “Abbiamo organizzato questa manifestazione per dare visibilità ad un fatto per noi grave. Noi tutti i giorni sentiamo la puzza che proviene dall’impianto. Chi abita nelle vicinanze dell’impianto è disperato, addirittura c’è chi pensa di vendere la propria casa. Siamo però disponibili ad un confronto con le istituzioni e con i proprietari dell’azienda, per poter risolvere il problema. Ci tengo a sottolineare che il ricorso al Consiglio di Stato è stato fatto grazie anche al contributo dei cittadini di tutti e tre i comuni interessati. La spesa è stata di circa 18mila euro, non solo per i ricorsi, prima davanti al TAR poi al CdS, ma anche per la relazione del CNR, che è costata circa 6mila euro.

Per il comune di Scurcola Marsicana è presente il sindaco Maria Olimpia Morgante, mentre per il comune di Massa D’Alba sono presenti il sindaco Nazzareno Lucci e due consiglieri comunali Simone Giffi e Nicola Blasetti.

Il sindaco  Maria Olimpia Morgante: “Siamo a manifestare contro questo impianto che continua ad emanare esalazioni irrespirabili, come sindaco ricevo tutti i giorni segnalazioni dai miei cittadini che vivono a ridosso dell’impianto e quotidianamente sono costretti a fare i conti con queste problematiche.
Tutto il nostro impegno e la nostra disponibilità per portare a termine questa battaglia per il territorio ma soprattutto per la tutela dei cittadini.
Saremo presenti oggi ed anche sabato prossimo per la manifestazione che partirà da Magliano De’ Marsi”.