Rischio incendi boschivi, convegno ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Il seminario rientra fra le misure previste nel progetto “Adattamento ai cambiamenti climatici attraverso la prevenzione agli incendi boschivi e l’educazione alla resilienza “ che è risultato essere assegnatario di un finanziamento di € 10.000 da parte della Regione nell’ambito dell’Avviso pubblico finalizzato alla realizzazione di progetti di “Educazione ambientale per i cambiamenti climatici, la sostenibilita’ e la resilienza e per la prevenzione degli incendi boschivi” rivolto ai Comuni abruzzesi con il coinvolgimento dei Centri di Educazione Ambientale riconosciuti ai sensi della L.R.n.122/99 e s.m.i. (DGR n.669 del 24/11/2017).

Il progetto redatto dal CEA “Il Salviano e /è Vita”, in collaborazione con Ambecò, si è classificato III in graduatoria finale ed è risultato essere particolarmente apprezzato dall’Infea Regionale tanto da vedersi attribuito un punteggio molto elevato.

In ragione della qualità degli interventi previsti, Ambiente e/è Vita ha inteso organizzare una sessione di confronto con i massimi esperti nazionali di settore quali il Prof. Antonio Brunori (Segretario Generale  Italia del PEFC e riconosciuto essere uno dei maggiori esperti mondiali nella politiche di gestione sostenibile forestale) ed il Prof. Vittorio Garfì dell’Università degli Studi del Molise (Docente di ecologia del Fuoco e Lotta agli Incendi Boschivi della Facoltà di Agraria).

Due qualificate presenze alle quali si accompagneranno le relazione di Ambiente e/è Vita che si declineranno nella presentazione di politiche attive nella lotta agli eventi pirologici.

L’appuntamento è della massima rilevanza anche in considerazione delle proposte operative che verranno presentate e della necessaria implementazione delle misure volte a garantire una gestione sostenibile del patrimonio arboreo della Città di Avezzano e forestale della Riserva Monte Salviano.

La Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali dell’Abruzzo ha accolto la richiesta di riconoscere l’Evento in oggetto ai fini della formazione professionale permanente ed ha provveduto a diffondere l’invito a tutti i Dottori Agronomi e Forestali della Marsica.

Saranno presenti le Aziende del settore e Confagricoltura.

PROGRAMMA:

Saluti:

Gabriele De Angelis, sindaco di Avezzano

Lorenzo Berardinetti, assessore regionale Parchi e Riserve

Crescenzo Presutti, assessore comunale all’Ambiente

Stefano Di Fabio, dirigente comunale settore Ambiente

Modera: Magda Tirabassi

Interventi:

Silvia Cardarelli, referente CEA “Ambecò”, introduzione

Fabiana Iacovitti dirigente scolastico istituto comprensivo Mazzini-Fermi “Ambiente chiama Scuola”

Rosalia Ciciotti, presentazione progetto di Educazione Ambientale

Relazione degli alunni delle classi coinvolte nel progetto

Bruno Petriccione, tenente colonnello Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro, “Gli effetti dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi di montagna”

Sefora Inzaghi, direttrice Riserva e Oasi WWF Gole del Sagittario, “B… -come biodiversità! Aiutami a proteggerla dal clima che cambia”

Enzo Albanese, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco dell’Aquila

“Rischio incendio boschivo”

La finalità del progetto è quella di portare l’attenzione dei cittadini e delle scuole sui concetti di resistenza e resilienza ai cambiamenti climatici oltre che di prevenzione degli incendi boschivi.

Campi di azione:

La conoscenza del carattere complesso di un ecosistema;

Il ruolo multifunzionale dei boschi e la sua gestione sostenibile;

La conoscenza del pericolo degli incendi e il rispetto delle linee di comportamento responsabile per evitarli;

Dal concetto di sostenibilità, che ha lo scopo di rimettere il mondo in equilibrio, a quello di resilienza, che esplora i diversi modi in cui gestire un mondo che non è in equilibrio.




Lascia un commento