Polizia Locale nell’Ex Arssa, De Angelis e lo ‘scaricabarile’



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Il presidio di Polizia torna così nel centro della città e si riavvicina alle istituzioni”. A dirlo è stato il Sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, che in una nota stampa pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Avezzano lo scorso 6 febbraio ed inviata dal suo ufficio stampa a tutte le testate locali ha espresso la sua soddisfazione nel comunicare il trasferimento entro fine mese del Comando della Polizia Locale di Avezzano da via Don Minzoni a Piazza Torlonia, nei locali dell’Ex Arssa.

A distanza di due giorni, a firma del Comando della Polizia di Avezzano, è stato diramato un altro comunicato, con toni ben diversi, per tentare di stemperare le polemiche e le disapprovazioni che questa notizia ha suscitato negli avezzanesi. In breve, si rimpalla la responsabilità del provvedimento all’ex amministrazione, guidata da Giovanni Di Pangrazio, allegando documenti che certificano che la decisione del provvedimento risale a due anni fa.

Tutto giusto, niente da dire. Ma se le cose stanno così, viene da chiedersi: nel momento dell’annuncio alla stampa del provvedimento, non sarebbe stato più trasparente da parte del Primo Cittadino avezzanese sottolineare che non fosse farina del suo sacco e magari, visti i toni trionfalistici utilizzati, dare merito (o demerito, a seconda dei punti di vista) a chi lo ha preceduto? Curiosamente, questo piccolo particolare viene tirato fuori solo a seguito delle successive polemiche (come specifica il titolo del comunicato). Insomma, niente di grave: un po’ di sano, intramontabile scaricabarile a cui noi marsicani, purtroppo, abbiamo ormai fatto il callo.




Lascia un commento