Piscina comunale, Iucci: “Di Matteo e De Cesare in corto circuito”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Siamo oltre i limiti dell’assurdo” tuona il consigliere comunale Ignazio Iucci in merito alla conferenza stampa tenutasi ieri alla piscina privata di Avezzano”.

“Il trio Di Matteo, Lucarelli, De Cesare, ognuno dei quali responsabile di strutture sportive private in città, si è espresso in merito agli impianti sportivi di Avezzano, cercando di illudere i cittadini di parlare come soggetti neutrali rispetto alla questione. Ancor più incredibile se si pensa che una delle due offerte al vaglio della commissione il prossimo martedì, è proprio quella dei tre, che si sono consociati in Ati, appositamente per partecipare al bando. Dovrebbe essere il Comune stesso a scrivere all’anticorruzione per pressioni ingiustificate da parte di concorrenti in gara. Ricordiamo che l’attuale amministrazione, rispetto al periodo in cui Di Matteo e De Cesare erano rispettivamente consigliere e assessore comunale di Avezzano, risparmia oltre 60.000 € l’anno. Tra l’altro, questi aspiranti gestori federali del nuoto, sanno bene che l’affidamento alla FIN è stato scelto proprio da loro attraverso una trattativa privata, senza alcun bando pubblico”.

“L’amministrazione deve pensare ai cittadini di tutta la Marsica che usufruiscono di questo servizio e non agli interessi di singoli. Si mettano l’anima in pace e aspettino sereni l’esito della gara”.



Lascia un commento