val-fondillo-1
   La Necropoli di Val Fondillo
La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi alla ricerca...
Le rovine della sede della Banca Marsicana di Pescina distrutta dal terremoto del 1915
Le rovine della sede della Banca Marsicana di Pescina distrutta dal terremoto del 1915
Pescina – Tra le fotografie che ci permettono di conservare la memoria di quanto avvenne nella Marsica a seguito della violenta scossa di terremoto del 13 Gennaio 1915 c’è anche quella che...
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Collarmele – Con l’arrivo del parere favorevole della Sovrintendenza, possiamo ufficializzare la partenza, a stretto giro, di alcuni frammenti delle maioliche della Chiesa di Madonna delle...
Castello baronale dei Colonna
Il sistema fiscale delle imposte nella Marsica vicereale dopo la peste del 1656
Lo studioso Ugo Speranza pubblicò alcuni rogiti del notaio Domenico Bucci (1658)  nei quali possiamo riscontrare la numerazione dei «fuochi» delle università di Avezzano, Collelongo, Trasacco, Luco...
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Marsica – Sullo storico Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria, Annate CXII-CXIII (2021-2022), pubblicato a L’Aquila, alle pagine 269 e 270 il prof. Alessio Rotellini descrive...
fulv
Aspetti della giurisdizione delegata nella Marsica durante il viceregno spagnolo e austriaco
Non è facile svolgere un’analisi sistematica e comparata che possa aiutarci ad arricchire e precisare il giudizio, a volte ancora troppo generico, sul dominio dei Colonna nel territorio marsicano durante...
Grotta di Sant'Agata
La grotta di Sant'Agata
Una grossa cavità naturale posta sul versante acclive della Serra di Celano grotta di Sant’Agata Sopra la parte sommitale della rocca della Turris Caelani, sotto una grande sporgenza rocciosa...
bcvff
Luigi Colantoni (1843-1925), canonico, vicario capitolare e ispettore ai monumenti
Questo articolo su Luigi Colantoni segue quello interessante dell’amico Fiorenzo Amiconi apparso su Terre Marsicane lo scorso 24 dicembre 2019 e vuole essere una integrazione ed un completamento di quanto...
Cerca
Close this search box.

Pescina ricorda Fatime e Senade e tutte le donne vittime di violenza

Pescina dice no al femminicidio con lo svelamento di una  targa dedicata alle due donne
Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Cristina Fiocchetta
Cristina Fiocchetta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
||||||||||||||||||||||
||||||||||||||||||||||

Pescina – Una targa per ricordare Fatime e Senade, rispettivamente madre e figlia, uccise il 16 ottobre 2013 a colpi di pistola davanti ad un supermercato. Pescina dice no al femminicidio con lo svelamento di una  targa dedicata alle due donne, vittime di uno dei delitti più efferati che la Marsica abbia mai conosciuto, ed a tutte le donne vittime di violenza. “In memoria di Fatime e Senade – si legge nella targa – e di tutte le donne morte per mano violenta di chi diceva di amarle, perchè le loro storie non affondino nel silenzio, ma risveglino coscienze e civiltà”.

“E’ proprio qui, in questa sala consiliare, dove il Consiglio Comunale ha adottato la Carta Mondiale delle Donne – ha detto il primo cittadino Stefano Iulianella – che noi abbiamo voluto procedere con l’affissione di una targa in memoria di Fatime e Senade, oltre che di tutte le donne vittime di violenza. Quell’evento tragico è rimasto impresso nella mia mente. Pescina parlerà ancora delle donne, lo farà in futuro e lo farà in maniera diversa, ma continuerà a sensibilizzare su questo importante tema”.

Alla cerimonia in Comune è seguito un convegno nella sala conferenze del Teatro San Francesco dove, alle presenza di due familiari delle vittime, si sono susseguiti gli interventi del sindaco Stefano Iulianella, del presidente del Consiglio Comunale di Pescina Alfonso Scamolla, dell’avvocato e consigliere regionale Maurizio Di Nicola, del consigliere delegato alla cultura Ester Cicchetti, del dirigente scolastico dell’Istituto Fontamara Maria Gigli, dell’avvocato e vicesindaco di Gioia dei Marsi Emiliana Longo, del dirigente della Polizia di Stato Giancarlo Ippoliti e della scrittrice Sara Rattaro, vincitrice del Premio Fenice Europa, nella sezione speciale “Claudia Malizia”.

“Avevamo un padre padrone – ricorda una delle figlie di Veli Selmanaj, responsabile del duplice omicidio della moglie Fatime e della figlia Senade – a cui non importava nulla se io e i miei fratelli fossimo bravi a scuola, se avessimo da mangiare o da vestire. L’unica cosa che sapeva fare era farci del male. Mia madre ha sopportato a lungo la violenza di quell’uomo, lo ha fatto per amore nostro, dei suoi figli. Ma, quando ha scoperto che anche noi figlie subivamo violenze da nostro padre, ha deciso di allontanarci da lui. Eravamo tutti d’accordo nel farlo e così siamo andati via. Noi eravamo sereni senza di lui, non avevamo niente, ma paradossalmente è stato il momento più tranquillo della nostra vita. Mia madre era una grande donna, dedita al lavoro e alla famiglia. Per noi ha rinunciato a tutto. Mia sorella era bella, simpaticissima e piena di vita. Quel 16 ottobre 2013 ha cambiato per sempre la nostra vita. Nella disgrazia abbiamo avuto con noi persone meravigliose, ma chi ci restituirà l’amore di nostra madre e di nostra sorella? La nostra è stata una battaglia per la libertà che non si può fermare”.

Nel corso dell’incontro si è parlato del libro della scrittrice Sara Rattaro che tratta il tema del femminicidio “Splendi più che puoi”. “Il libro – ha spiegato la Rattaro – racconta la storia di Emma, sequestrata per sei anni dal marito. I nomi sono tutti di fantasia, ma si tratta di una storia vera. Una storia profonda in cui dal dolore fiorisce la speranza”. 

La storia di Emma è una vicenda che Sara Rattaro ha voluto raccontare per ricordare alcune delle centinaia e centinaia di donne che in Italia vengono uccise o annientate da qualcuno che le conosce bene, le umilia, le denigra e le ostacola. “Oggi non c’è un’emergenza femminicidio – ha concluso la scrittrice – i numeri sono sempre altissimi, ma costanti. La differenza è che oggi se ne parla di più”.

Presenti gli alunni delle classi 2A, 2B, 3A e 3B dell’Istituto Comprensivo Fontamara di Pescina che hanno rivolto alla scrittrice alcune domande sul suo libro.

Foto di Manuel Conti

author avatar
Annalisa De Meis

PROMO BOX

|
Tentativi di truffe online in Abruzzo, Poste italiane mette a disposizione un utile vademecum per operare in sicurezza
Il nuovo spettacolo targato Teatro Stabile d'Abruzzo "La bottega del caffè" debutta a Parigi
Mauro Lovato Vicepresidente di Confagricoltura Abruzzo
foto-Poste-Italiane
digenoca
Controlli autovelox SS 5 Tiburtina Valeria e SR 578 Salto Cicolana: il calendario di Maggio 2024
Maria Barbieri Olimpiadi
Per la Giornata mondiale della Terra a Cerchio si piantano fiori
FB_IMG_1713537354917
Realizzazione focaracci per i Festeggiamenti di Maria SS. di Pietraquaria, la richiesta da presentare al Comune di Avezzano
Maxi rotatoria killer, violenta carambola, la sindaca De Rosa: “Solleciti e iniziative di fatto cadute nel vuoto, dove sono enti e istituzioni competenti?”
Scuola dell'infanzia e scuola primaria di Castellafiume chiuse lunedì 22 Aprile
Collegamento ferroviario L'Aquila-Marsica, Biondi: "Valutazione positiva per il rapporto costi-benefici dell'opera"
IMG-20240419-WA0015~2
ambulanza
Ritorno del freddo: il Comune di Avezzano autorizza l'accensione degli impianti di riscaldamento fino al 30 Aprile
foto incidente avezzano
Angelo Carones
dimitri ruggeri
Castello Piccolomini di Celano
Processione di Maria S.S. di Pietraquaria il 27 Aprile: ecco come cambia la circolazione ad Avezzano
L'Usa Sporting Club Avezzano alla tappa finale della staffetta solidale RUN4HOPE
Partita a Celano la manutenzione del chiostro del Convento dei Frati Minori di Santa Maria Valleverde

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Cristina Fiocchetta
Cristina Fiocchetta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina