Parco Naturale Regionale Sirente Velino, proseguono le operazioni di rimarcatura dei sentieri del CAI nel territorio di Collarmele



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Collarmele – “Proseguono le operazioni di rimarcatura dei sentieri del Club Alpino Italiano ricadenti nella nostra zona di Parco Naturale Regionale Sirente Velino”. Lo dichiara il Comune di Collarmele nella sua pagina social.

Si tratta di itinerari che conducono sulle vette orientali della catena del Sirente e su una costellazione di cime minori cui si vuole prestare una particolare attenzione, in particolar modo per incrementare conoscenza e frequenza di questi sentieri ancora troppo marginali nel panorama dell’escursionismo. In questa direzione, si provvederà a organizzare un tavolo tecnico in comune tra C.A.I Avezzano, Parco Naturale Regionale Sirente Velino e amministrazione al fine di predisporre le basi della nuova tabellonistica escursionistica per l’area attrezzata di Cituro e della segnaletica verticale da integrare in alcuni punti degli itinerari già segnati” prosegue il Comune.

Riguardo la tabella d’insieme prevista per l’area di Cituro, tale arricchimento rientra in un quadro di attenzione all’area più ampio già avviato attraverso i progetti in itinere riguardanti i contributi regionali alla riqualificazione delle aree attrezzate di montagna. Sono passi ulteriori per far sì che il comune determini una propria accezione di “Porta orientale del parco”, un aspetto sul quale porre particolare attenzione giacché dal nostro territorio è possibile raggiungere un numero notevole di vette dai 1400 m ai 2348 m della vetta centrale del Sirente, senza dimenticare una vasta fascia di antiche viabilità pedemontane arricchita da resti di insediamenti monastici e dalle testimonianze del Regio Tratturo” conclude.