Miracolo a Farindola, una donna e un bimbo recuperati dalle macerie in volo verso L’Aquila



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

L’Aquila. Sono estratte dalle macerie e dalla neve dell’hotel Rigopiano di Penne, in provincia di Pescara, una donna e un bambino (non è ancora chiaro se si tratta di un bambino o di una bambina) che sono ancora vivi.

Un elicottero del 118 le sta trasportando entrambe all’ospedale San Salvatore dell’Aquila.

Il prefetto Giuseppe Linardi, intanto, la disposto la sospensione temporanea della circolazione stradale sulla Strada Statale 80, nel tratto compreso tra il chilometro 33 (località diga di Provvidenza – centrale Enel, nel territorio del Comune dell’Aquila) e sino al confine con la provincia di Teramo, con decorrenza immediata fino all’intera giornata di domani, 21 gennaio.

 

Notizia in aggiornamento…

 




Lascia un commento