Hascisc e 3.500 euro in contatti e in piccoli tagli. Arrestato un 42enne

Luco dei Marsi. La squadra antidroga della compagnia di Avezzano, composta dai militari di San Benedetto, Luco, Gioia e Ortucchio, ha arrestato un uomo di 42 anni accusato di spaccio di sostanza stupefacenti.

L’operazione è scattata ieri pomeriggio a Luco dei Marsi. Il 42enne, di origine marocchina, già da tempo era seguito e pedinato dai carabinieri che ne avevano notato i frequenti spostamenti in auto e i frequenti contatti con il centro del paese.

L’uomo aveva in casa 550 grammi di hascisc e 3.500 euro in contanti e in piccolo tagli. È stato tutto sequestrato.

L’uomo è stato arrestato e su disposizione del pm di turno si trova ai domiciliari.

 

LA NOTA UFFICIALE DEI CARABINIERI

Luco dei Marsi. La lotta al traffico di stupefacenti nella Marsica condotta dai Carabinieri della Compagnia di Avezzano prosegue senza sosta, e dopo gli arresti e i recuperi di ingenti quantitativi di droga dei mesi scorsi, è stato conseguito un ulteriore risultato nella lotta allo spaccio: un arresto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.
Finito in manette questa volta Said EL YAZIZI, 43enne marocchino residente a Luco dei Marsi. L’operazione è stata condotta dai militari di una squadra appositamente predisposta e composta da personale delle Stazioni Carabinieri di Gioia dei Marsi, Ortucchio, Luco dei Marsi e San Benedetto dei Marsi, con l’ausilio di cani antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti.
I militari, dopo appostamenti ed osservazione di diversi obiettivi, hanno individuato l’abitazione dell’uomo come possibile “magazzino” di stupefacente. Invisibili ai suoi occhi, i Carabinieri ne hanno tracciato con abilità i movimenti senza destare sospetti e, una volta raggiunta la certezza che all’interno dell’immobile vi fosse occultata della droga, hanno proceduto alla perquisizione ed hanno rinvenuto, occultati in una pertinenza dell’abitazione, svariati panetti di hashish per un peso complessivo di 550 grammi, nonché bilancini di precisione e materiale atto al confezionamento delle dosi da immettere sul mercato e la somma contante di 3285€ ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’uomo, dichiarato in stato d’arresto, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, è stato tradotto presso al propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Leggi anche