sabato, 6 , Marzo

Contributi a fondo perduto per i gestori degli impianti sciistici abruzzesi

Abruzzo - Due milioni di euro assegnati ieri dalla Giunta Regionale con la DGR n. 119/2020, su proposta degli Assessori Daniele D’Amario e Guido Liris,...

Prima pagina

Maltratta i genitori, minaccia carabinieri e distrugge mobili: a giudizio

Avezzano – Ubriaco, avrebbe maltrattato più volte i genitori e minacciato, in un’occasione, i carabinieri con un piede di legno, nonché colpito il padre con un pugno alla testa. Con queste accuse, il Gip del tribunale di Avezzano, Maria Proia, su richiesta del PM, Ugo Timpano, ha disposto il giudizio immediato, il prossimo 28 ottobre, per un trentanovenne marsicano.

L’uomo, difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro, dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti, con l’aggravante di aver commesso i reati in condizione di ubriachezza abituale.

A partire da ottobre 2019 e fino a marzo 2020, l’uomo avrebbe maltrattato più volte i genitori e li avrebbe sottoposti ad una serie di sofferenze fisiche e psicologiche costringendoli a penose condizioni di vita.

In particolare, dopo aver consumato bevande alcoliche, li avrebbe minacciati e percossi, proferendo ripetutamente mortificanti offese alla madre e distruggendo mobili e suppellettili presenti all’interno della loro abitazione.

Brandendo un piede di legno e proferendo espressioni del tipo “che c…o fate, che c…o volete, mo che volete fare o mi arrestate o dopo spacco tutto”, avrebbe minacciato due carabinieri intervenuti su richiesta della madre. I genitori sarebbero stati anche minacciati di morte e il padre colpito con un pugno alla testa.

Ultim'ora