Lotta al randagismo, il Comune di Castellafiume: “I cani padronali vanno registrati e custoditi all’interno delle proprietà private per consentire all’ASL di salvare da morte certa i poveri animali che non hanno una casa”

Castellafiume – Il Comune di Castellafiume ha pubblicato un importante avviso rivolto ai proprietari dei cani. La comunicazione, di registrare i cani padronali e custodirli nelle proprie abitazioni, si è resa necessaria dopo le recenti segnalazioni, giunte all’Amministrazione Comunale, di cani abbandonati in strada che, in molte occasioni, rimangono vittime di bocconi avvelenati.

Il randagismo, la presenza sul territorio di cani vaganti e randagi, deve essere controllato e contrastato al fine di tutelare gli animali e di evitare ripercussioni igienico-sanitarie.

Tutti i proprietari dei cani sono tenuti a contattare il servizio della Asl ai numeri 0863.499839 oppure 499845 per registrare il proprio amico a quattro zampe nell’anagrafe canina. Una soluzione necessaria per contrastare il fenomeno del randagismo nel nostro territorio. Si fanno sempre più frequenti le segnalazioni di cani abbandonati in strada spesso vittime di bocconi avvelenati. L’ultimo episodio, nostro malgrado, risale a qualche giorno fa. Per questo i cani padronali vanno registrati e custoditi all’interno delle proprietà private in modo da consentire all’accalappiacani della Asl, puntualmente contattato dal Comune, di salvare da morte certa i poveri animali che non hanno una casa trovando loro un ricovero nel canile con cui abbiamo stipulato una convenzione. Chi sceglie di prendersi cura di un animale deve farlo consapevolmente, non si possono prendere cani in casa per poi abbandonarli in strada e magari custodirli solo alla vista dell’accalappiacani” scrive l’Amministrazione Comunale.