Le imprese della Piana del Cavaliere rischiano il collasso

Carsoli – Con l’ultimo DPCM,il Presidente del Consiglio,Giuseppe Conte, ha prorogato ulteriormente l’apertura delle imprese con vendita al dettaglio al 18 Maggio, lasciando la limitazione dei confini regionali.

Le imprese che lavorano nel territorio della Piana del Cavaliere hanno il loro bacino d’utenza proprio nella regione limitrofa del Lazio e con queste restrizioni si riduce ulteriormente il fatturato più di quanto non lo sia stato fino ad ora.
L’appello che viene fatto dal presidente della Confcommercio imprese per l’Italia,Ascom delegazione di Carsoli è rivolto a tutti i sindaci della Piana del Cavaliere e delle zone limitrofe,a tutti gli esponenti regionali e provinciali,per ottenere una deroga per queste restrizioni e permettere di lavorare le imprese anche nelle regioni confinanti.
Rinviare ulteriormente l’apertura del commercio al dettaglio di altre due settimane porterebbe solamente alla definitiva chiusura di molte imprese del territorio.
Il Presidente De Simone,inoltre richiede alle Amministrazioni comunali del territorio di sospendere o ridurre tutte le tasse locali e regionali.
(A. M.)