Opi entra a far parte della Rete dei Comuni Sostenibili, sindaco Di Santo: "Impegno tangibile verso gli obiettivi dell'Agenda 2030"
Opi entra a far parte della Rete dei Comuni Sostenibili, sindaco Di Santo: "Impegno tangibile verso gli obiettivi dell'Agenda 2030"
"Un albero per il futuro": i bambini della scuola primaria "Collodi-Marini" di via Pertini hanno piantato nuovi alberi
"Un albero per il futuro": i bambini della scuola primaria "Collodi-Marini" di via Pertini hanno piantato nuovi alberi
disabili
Serata di Beneficenza per i Giovani della Fondazione ANFFAS Avezzano “Giovannino Di Pangrazio”
carabinieri
Avezzano, stranieri armati di mazze e bastoni colpiscono nella notte vetrine e auto
Sostegni economici ai giovani agricoltori che desiderano avviare un'attività imprenditoriale
Sostegni economici ai giovani agricoltori che desiderano avviare un'attività imprenditoriale
Cerca
Close this search box.

La forza dei faggi marsicani che sfidano il cambiamento climatico

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Ferdinando Pecce
Ferdinando Pecce
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Prof
Necrologi Marsica Angela Vicaretti
Angela Vicaretti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Iva Basile
Iva Basile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Cesare Macera
Cesare Macera
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elisa Verdecchia
Elisa Verdecchia
Vedi necrologio

Collelongo  – È una faggeta marsicana ad essere protagonista di un importante studio condotto dal Cnr Isafom (Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo) e dall’Iret (Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri). I ricercatori hanno esaminato una zona di bosco appartenente al comune di Collelongo a circa 1500m di altitudine, situata in un’area di confine tra Abruzzo, Lazio e Molise.

La ricerca evidenzia come alcuni faggi marsicani, colpiti da una violenta gelata primaverile, sono riusciti a coprirsi di foglie grazie all’utilizzo di riserve di carbonio immagazzinato tra i 5 e i 9 anni precedenti. Lo studio assume particolare rilevanza in relazione all’adattamento della flora agli attesi cambiamenti climatici che potrebbero colpire i nostri ecosistemi nei prossimi decenni.

Lo studio è iniziato nel 2016 quando un insolito inverno caldo aveva portato ad un anticipo della stagione vegetativa di ben 2 settimane, poi seguito da un’inattesa gelata, avvenuta tra il 25 e il 26 aprile, che aveva riportato i faggi indietro di due settimane, senza gemme e senza foglie. La temperatura registrata quella notte è stata di addirittura -6,5 gradi centigradi.

Nel giro di circa due mesi i faggi apparivano però nuovamente coperti di foglie, come se la gelata improvvisa non ci fosse stata, riuscendo a sopravvivere anche in assenza dei carboidrati da fotosintesi. I ricercatori hanno spiegato che questo è stato possibile poiché le piante accumulano carbonio per affrontare eventi avversi, come gelate o attacchi da parte di insetti, e in particolare con questa ricerca hanno mostrato, con precisione, a quando risaliva il carbonio utilizzato per affrontare la gelata. La datazione, fatta dall’istituto tedesco Max Planck, parla di carbonio accumulato fino a 9 anni prima, confermando la grande resistenza delle piante agli eventi avversi, che fa ben sperare in una loro risposta positiva ai cambiamenti climatici a cui andiamo incontro.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista New Phytologist.

PROMO BOX

Opi entra a far parte della Rete dei Comuni Sostenibili, sindaco Di Santo: "Impegno tangibile verso gli obiettivi dell'Agenda 2030"
"Un albero per il futuro": i bambini della scuola primaria "Collodi-Marini" di via Pertini hanno piantato nuovi alberi
disabili
carabinieri
Sostegni economici ai giovani agricoltori che desiderano avviare un'attività imprenditoriale
image6
matteo salvini
ragazzo-salva-capriolo
Raccolta-differenziata001-660x330
wp-1709332277273
Picsart_24-03-01_13-32-09-066
cd
WhatsApp Image 2024-03-01 at 18.56
incontro angelosante sisto
Ambulanza 118 e vigili del fuoco
l'ISWEB Avezzano Rugby
FB_IMG_1709309825346
Chiusura notturna della tratta autostradale del Traforo del Gran Sasso, carreggiata in direzione L'Aquila/Roma
I bellissimi murales di Pescocanale nel programma "Trend Italy" di Rai International
Sono 80 le famiglie che ricevono pacchi alimentari dalla Croce Rossa di Carsoli: "Tante hanno bambini"
Installata un'isola ecologica per non residenti a Roccavivi: accessibile 24 ore su 24
Da lunedì 4 Marzo disponibile il servizio di assistenza al cittadino presso il Comune di Collelongo
Istituiti divieti di sosta temporanei su alcune strade di Avezzano per consentire il servizio di spazzamento e pulizia
Contributi a fondo perduto per l'acquisto di impianti autoclave per abitazioni civili

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Ferdinando Pecce
Ferdinando Pecce
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Prof
Necrologi Marsica Angela Vicaretti
Angela Vicaretti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Iva Basile
Iva Basile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Cesare Macera
Cesare Macera
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elisa Verdecchia
Elisa Verdecchia
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina