I Cunicoli di Cladio in una storica fotografia dei primi del Novecento



Avezzano – Tra i luoghi più suggestivi e pieni di storia che possediamo nella Marsica ci sono, senza dubbio, i famosi Cunicoli di Claudio. Nella fotografia che portiamo alla vostra attenzione, è possibile ammirare i Cunicoli così come apparivano nella prima parte del Novecento. Ricordiamo che, a partire dal 1902 sono stati inclusi tra i monumenti nazionali italiani.

Purtroppo non si conosce con esattezza la data precisa in cui questo scatto venne realizzato. Di certo si tratta di un documento importante custodito presso il “Digital Humanities Center” dell’America Academy in Rome. Quello che vediamo rappresentati nella fotografia è denominato Cunicolo Maggiore. Esso si trova sul versante orientale del monte Salviano e presenta tre grandi archi all’ingresso che, dopo un breve tratto interno, si uniscono.

I Cunicoli di Claudio si affacciano sulla piana del Fucino e conducono alla galleria sotterranea, lunga 5.653 m. che venne realizzata tra il 42 e il 51 d.C. in occasione dei primi tentativi di prosciugamento del lago Fucino. Per semplificare il lavoro di perforazione e di estrazione del materiale, si scavarono 32 pozzi verticali e 6 cunicoli inclinati, dei quali rimangono ancora visibili i resti imponenti. Nei lavori che durarono circa 11 anni vennero coinvolti oltre 25.000 schiavi.



Leggi anche