Giuseppe Salustri, dalle feste studentesche al Music Week di Miami



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – La passione e l’amore verso una professione, a volte, ci fanno raggiungere traguardi tanto fantastici quanto inattesi. Questa è la storia di un DJ marsicano, Giuseppe Salustri, che con tenacia e sacrifici è riuscito ad affermarsi prima nella Marsica fino ad arrivare oltre il confine nazionale e continentale.

Giuseppe inizia a studiare pianoforte a soli tre anni ed è proprio lì che nasce la sua sconfinata passione per la musica. Dopo undici anni di lezioni, decide di entrare nel mondo della musica elettronica, informandosi, leggendo, guardando video in rete, insomma da completo autodidatta.

A soli quindici anni comincia ad animare piccole feste private che lo portano, in poco tempo, a suonare nei locali marsicani in occasioni di feste studentesche.
Nel 2016 entra ufficialmente nell’Accademia Italiana DJ, che lo forma e gli fa fare il salto di qualità portandolo in giro per l’Europa fra i club di Spagna, Grecia e Croazia.
<<Negli ultimi anni ho messo dischi in molti locali e radio : il Sunrise Club di Ibiza ad esempio, la Ibiza Global Radio, radio mondiale di musica underground e ho lavorato allo Spring Break Invasion in Croazia, evento di 72 ore di musica e festa, tra cui boat party, pool party e main stage. Sono stato, poi, in molti locali di Zante, come lo Zeros, il Repubblic beach club, lo Sizzle Club e il Fishbowl club.>>

Pochi giorni fa è tornato, inoltre, da un’esperienza a Madonna di Campiglio, una delle località invernali più in voga in Italia, dove ha fatto due Apres Ski sulle piste: <<Colgo l’occasione per ringraziare lo sci club di Capistrello per quest’opportunità>>

Ma si sa, quando si viaggia e si conoscono nuovi posti, è importante non dimenticare le proprie orgini. In questo Giuseppe è maestro: << Un locale che mi rimarrà sempre nel cuore sarà Le Roi Cafè a Capistrello, dove si è creata una bellissima situazione nelle mie serate. In poche parole, casa mia!>>

La carriera del giovane disc jokey e producer, classe ’96, è ancora agli inizi ma è certamente in grande crescita. A breve sul mercato usciranno tracce house old school e tech-house, un genere ricercato.

Per quanto riguarda le nuove date, da poco è arrivata una splendida notizia per il percorso professionale di Giuseppe: <<A marzo con l’Accademia sarò al Music Week di Miami, poi tornerò ad aprire la stagione di Ibiza, per proseguire lì il periodo l’estivo.>>