Gallese, Iucci e Abbate: “C’è la Politica e ci sono i politicanti, Verrecchia pensi a fare bene per la Città”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Riceviamo e pubblichiamo la replica diffusa a mezzo stampa, di Gianfranco Gallese, Ignazio Iucci e Francesco Abbate nei confronti di Massimo Verrecchia  .

“La Politica con la P maiuscola e nobile, che significa dedizione alla Comunità, noi la pratichiamo quotidianamente, perciò alla politica/amministrazione possiamo solo dare, al contrario di certi politicanti di mestiere”. Arriva a stretto giro la secca replica di Gianfranco Gallese, Ignazio Iucci e Francesco Abbate a Massimo Verrecchia, consigliere nella maggioranza pro tempore al Comune di Avezzano.

“Comprendiamo che al signor Verrecchia, che appunto di mestiere fa altro, questo risulti difficile da capire, ma lo invitiamo alla continenza: il triste spettacolo della conta dei voti e dei candidati che continua a fare – tra l’altro spacciandosi pure per debuttante nelle candidature – dà la misura della sua pochezza di argomenti, farciti di cliché tristi e ritriti, che stronca ogni possibilità di serio dibattito politico. Abituato allo sberleffo degli avversari, accusa gli altri di ricorrere all’insulto, mentre si affretta a dire alla platea, di cui pare abbia costante bisogno, che è stato “contattato da diversi medici e infermieri”.

Ammesso che ciò sia avvenuto, probabilmente lo avranno contattato per sapere chi fosse. Quanto al “rispondere in tre” – invece di farlo in 4, 5 o 7 (sic!) – al di là del fatto di essere stati chiamati direttamente e malamente in causa, Verrecchia si faccia venire il dubbio che forse qualcuno possa non reputarlo un interlocutore all’altezza, o anche ritenere che non sia il caso perdere tempo in “querelle” di così basso livello, innescate da lui ma che poco interesseranno ai cittadini.

Chiudiamo qui e definitivamente questa imbarazzante polemica – comunque un applauso va allo sprezzo del ridicolo che ha manifestato – e lo invitiamo a più serene riflessioni, che lo conducano a reazioni meno scomposte e a migliori azioni a favore della Città; di queste sinceramente si sente la mancanza”.




Lascia un commento