Consiglieri Coalizione Di Pangrazio: “Lealtà nel nostro dna, pronti a cooperare per la Città”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Consiglieri della coalizione Di Pangrazio “reintegrati dal Tar” pronti a sedere sugli scranni del Comune per un “impegno amministrativo forte mirato a ridare smalto all’azione di Palazzo di Città, dove”, sottolineano, “i primi mesi di governo De Angelis sono stati contrassegnati da una scarsa incisività e progettualità”.

Alla vigilia dell’udienza sulla sospensiva – fissata per il 9 novembre –  chiesta dalla giunta comunale sconfitta davanti al Tar, i 13 consiglieri eletti della coalizione Di Pangrazio, “certi” che l’espressione della volontà popolare sarà rispettata anche dai giudici del Consiglio di Stato, mostrano idee chiarissime sul futuro di Avezzano e sono pronti ad assumere una corresponsabilità di governo.

“Siamo in una fase di stallo, la Città sembra precipitata nel torpore”, affermano con voce unanime i 13 consiglieri della coalizione Di Pangrazio, “occorre rilanciare l’azione politico-amministrativa fondata su una progettualità che metta in cima alla lista delle priorità la sanità, con la difesa dei servizi esistenti e la velocizzazione delle procedure per la realizzazione del nuovo ospedale; il completamento del progetto “Scuole sicure”, in gran parte realizzato, e la messa in sicurezza della città sul piano antisismico, con un grande progetto di Protezione civile; la difesa del Tribunale attraverso azioni realmente efficaci; la concretizzazione del restyling totale dell’ex Arssa e di Piazza Torlonia  – finanziamento del Masterplan – 4milioni e 700 mila euro già assegnati con il progetto avviato dalla passata amministrazione; la ciclo pedonalizzazione della città intesa come collegamento del cuore della stessa con le frazioni e le periferie; l’implementazione degli impianti di videosorveglianza per rafforzare i controlli a difesa del territorio, dell’ambiente e della comunità. Più che mai urgente, visto il susseguirsi di episodi di violenza che generano allarme sociale tra i cittadini, l’attuazione del Piano Sicurezza, con la suddivisone della città in quadranti affidati ai diversi Corpi delle forze dell’ordine, Piano già predisposto dalla passata Amministrazione ma di cui si sono perse le tracce. Con un occhio rivolto al comparto agricolo – la realizzazione dell’impianto irriguo, anch’esso finanziato dal Masterplan – e all’attivazione del master agroalimentare all’ex Arssa assicurato dal Rettore dell’Ateneo di Teramo apripista della facoltà di Agraria;  La Coalizione Di Pangrazio, coesa e determinata, consapevole della particolare situazione politica determinata dal voto, quindi, è pronta a cooperare con  il sindaco Gabriele De Angelis, “senza ‘inciuci’ ma con intese e lavoro alla luce del sole, con la lealtà di gruppo che è nel nostro dna, attraverso un patto di governabilità messo nero su bianco che fissi priorità e tempi di attuazione di un progetto globale in grado di rilanciare Avezzano capofila di un’area vasta e riportare la Città di Avezzano e la “Marsica al centro” dell’attenzione delle politiche regionali e nazionali”.

“Gli elettori ci hanno assegnato la maggioranza assoluta dei voti al 1° turno”, concludono, “vogliamo onorare la loro fiducia lavorando per migliorare la nostra amata Città e lo faremo compatti,  in piena coerenza con noi stessi e i nostri impegni e con lealtà nei confronti dei cittadini che ci hanno scelti ”.




Lascia un commento