Chiusa traccia ciclabile sul Monte Vitelle: troppo vicina all’area dell’Orso marsicano


Abruzzo – La piccola traccia sul Monte Vitelle, in un’area in cresta dall’elevato valore conservazionistico, utilizzata anche dagli amanti della mountain bike, stava per diventare una vera e propria pista ciclo-turistica, ma il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise l’ha evitato su segnalazione della Nostra Associazione. Infatti prontamente l’Ente è intervenuto ordinando la chiusura immediata del tracciato e chiedendo il ripristino dei luoghi.

La pratica dello sport in montagna deve essere valutata con attenzione per evitare che l’attività dell’uomo abbia impatti deleteri sugli habitat presenti nella zona. In questo caso l’area interessata era troppo vicina ai ramneti abitualmente frequentati dall’Orso bruno marsicano e gli sbancamenti necessari all’ampliamento della traccia potevano avere un impatto troppo elevato sulla flora e sulle specie presenti in zona.

Auspichiamo, quindi, una programmazione delle attività sempre rispettosa delle particolari esigenze del territorio e che trovi una localizzazione meno impattante anche per le attività sportive. A questo si potrà addivenire solo se il Piano del Parco, che giace da un tempo ingiustificatamente troppo lungo nei cassetti della Regione, verrà finalmente approvato ed attuato.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Coldiretti, stop pesce fresco, dal 16 agosto scatta il fermo pesca in Abruzzo

Intanto prezzi di vendita in aumento al dettaglio


Presentazione del romanzo  “Chissà dov’era casa mia” di  Cesira Sinibaldi 

Il 12 agosto, alle ore 18,00, presso la sala delle  conferenze del Centro Culturale “Moretti” di Gioia  dei Marsi (Aq) si terrà la Presentazione del ...

Vacanze luchesi, torna la magia della musica sotto le stelle con la Big Band del Conservatorio “A.Casella”

Un nuovo appuntamento con la grande musica torna ad accendere l’estate luchese. Domani, giovedì 11 agosto, alle 21.30, piazza Umberto I ospiterà il grande concerto ...

160 anni fa iniziò il lavoro di prosciugamento del lago del Fucino

Il 9 agosto del 1862, furono aperte le paratoie di Torlonia all’Incile