Andrà tutto bene. Gli arcobaleni dei bambini contro la paura del Coronavirus

Scurcola Marsicana – In molte zone d’Italia, da un giorno o due, appesi ai balconi e alle finestre delle abitazioni stanno comparendo cartelloni e lenzuola con tanti arcobaleni colorati e con la scritta “Andrà tutto bene”. Nella Marsica, l’Amministrazione comunale di Scurcola è tra le prima a invitare i propri cittadini a partecipare all’iniziativa, e lo fa attraverso un messaggio affidato alla propria pagina Facebook ufficiale. A tutte le famiglie, soprattutto a quelle con bambini, che in questi giorni difficili sono costrette a rimanere in casa, si chiede di realizzare il disegno di un arcobaleno, simbolo di rinascita, di bellezza, di allegria e di coraggio.

Andrà tutto bene. Gli arcobaleni dei bambini contro la paura del Coronavirus

Basta davvero poco, in fondo, qualche pennarello o qualsiasi genere di colore per tracciare un arcobaleno su uno striscione da sistemare fuori da una finestra con il noto hashtag #andratuttobene collegato, come molti sanno, a un’iniziativa lanciata sui social. Chiunque potrà notare e leggere il messaggio lanciato dai bambini di Scurcola e da quelli che, nella Marsica, o nel resto d’Italia, vorranno realizzare il loro arcobaleno contro la paura del Coronavirus. Un messaggio di vicinanza e di fiducia verso il futuro, nonostante lo sgomento, nonostante l’incertezza, nonostante la monotonia di giornate da trascorrere chiusi in casa.

Andrà tutto bene. Gli arcobaleni dei bambini contro la paura del Coronavirus

A Scurcola lo hanno già fatto Marta e Viola, Claudio e Diego, ma tutti i bambini possono divertirsi e, nel contempo, regalare un po’ di colore e di vita a paesi e città che, in questo momento, sono spente e vuote. Andrà tutto bene, è così, lo dicono e lo scrivono i nostri bambini e a loro possiamo credere.