Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Ad Avezzano sale la “febbre rosa”: la città addobbata a festa e le caratteristiche tecniche della tappa

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio

Avezzano si tinge in attesa dell’arrivo delle carovana del giro d’italia. Fu nel 2003, 21 anni fa, l’ultimo passaggio del Giro d’Italia nella Marsica. Vinse Gilberto Simoni quell’edizione, ma tra gli atleti in gara c’era anche Marco Pantani alla sua ultima apparizione al giro prima di lasciarci. All’epoca fu un arrivo, la 6 tappa Maddaloni Avezzano, ed una partenza, Avezzano Monte Terminillo 7a tappa, oggi solo una partenza. Sale dunque l’entusiasmo nei cittadini nel vivere l’emozione di essere protagonisti in una tappa di una delle corse a tappe più importanti del mondo.

AVEZZANO IN ROSA

Sarà un fine settimana spettacolare quello ad Avezzano: la marsica si sta preparando per accogliere la carovana del giro d’italia dopo 21 anni. I primi contatti per riportare il giro nella Marsica sono partiti nell’inverno del 2022, nell’ambito di un progetto che ha portato anche alla riqualificazione ed al posizionamento del monumento dedicato al leggendario Vito Taccone a piazza Cavour. Ma lo spettacolo non sarà solo in strada durante la corsa: il comune di Avezzano ha organizzato molti eventi collegati per far vivere al meglio l’atmosfera rosa.

Si può dire infatti che ormai ad Avezzano è salita la assai contagiosa “febbre rosa”, ma tranquilli non è una malattia, bensì si tratta delle emozioni trasmesse dall’avvicinarsi della data della tappa. Tutta la città si è colorata di rosa: dalle vetrine dei negozi ai fiori, fino agli arredi urbani. Un’esplosione di colore che si mescola perfettamente con la primavera. Tutti aspettano la mattina del 12 maggio, per vedere gli atleti sfilare e partire alla volta di Napoli.

Questo evento mira a voler rimanere nella storia cittadina, cercando di segnare nuovi record anche e soprattutto dal punto di vista della partecipazione. La ricca quantità di fantasia nello spettacolo e nell’intrattenimento ha indubbiamente convinto il pubblico a partecipare a questo nuovo appuntamento primaverile. Una scelta strategica ponderata, che punta anche ad un importante ritorno economico. Il giro d’Italia infatti rappresenta una grande vetrina di promozione turistica su scala nazionale ed internazionale. Si attendono infatti oltre 2000 persone solamente contando la carovana composta dalle squadre, dagli organizzatori e dagli sponsor. L’indotto turistico medio del Giro può essere calcolato in 687 milioni di euro dai pernottamenti e 783 milioni dal resto del turismo di carattere più locale.

LA TAPPA

La 9a tappa dal Giro D’italia partirà da Avezzano e attraverserà 3 regioni e 5 province per giungere sul traguardo a Napoli. Il percorso della tappa sarà di 214 km, con un coefficiente di difficoltà di 3 su 5.

La gara si può suddividere in 2 momenti: I primi 180 km sono di avvicinamento ai 34 km finali più impegnativi. La prima parta si svolge prevalentemente su strade a scorrimento veloce in gran parte rettilinee, intervallate da diverse gallerie. ll primo traguardo volante di giornata, che assegnerà punti per la maglia ciclamino ai primi otto classificati, si incontrerà a Mondragone (km 132,2). Assente dal 2006, quest’anno grazie allo sponsor Sara Assicurazioni è stato reintrodotto L’Intergiro, una classifica accessoria che segue il punteggio accumulato in speciali traguardi volanti. “solitamente posto tra i 50 e i 60 km dall’arrivo, mette in palio giornalmente un premio in denaro, un trofeo appositamente disegnato e un Corso di Guida Sicura per l’atleta che transiterà per primo sotto l’arco dedicato” Il traguardo intergiro nella nona tappa sarà a Giugliano in Campania (km 158,5).

L’ultima parte della gara sarà molto impegnativa già dalla salita di Monte di Procida (G.P.M. di 4° categoria) a cui farà seguito il secondo traguardo volante di tappa, in località Bacoli (km 181,4).

Le strade sono in buono stato, ma con carreggiata ristretta e con continui cambi di direzione e di pendenza. Da segnalare dopo Torregaveta raggiunta Baia lo strappo repentino al 14%.

Ultimi 3 km perfettamente pianeggianti, percorrendo via Dohrn e via Caracciolo verso est per effettuare un giro di boa intorno ad una rotatoria all’ultimo km e ripercorrere via Caracciolo fino all’arrivo. Rettilineo d’arrivo di 900 m su asfalto, larghezza 9 m. La testa della corsa viaggerà, secondo le previsioni, tra i 40 ed i 45 km/h, per giungere sul traguardo, situato in via Caracciolo a Napoli tra le 17 e le 17:30.

Per la città partenopea si tratterà del terzo anno consecutivo con un arrivo di tappa: nel 2022 vinse Thomas De Gendt, mentre nel 2023 la volata fu appannaggio di Mads Pedersen.

LEGGI ANCHE

Roberto Simonetti, Devis Nikolli e Imran El Kharta
bici 1
Modifiche alla viabilità
Trail
Disabilità
IMG-20240611-WA0001
WhatsApp Image 2024-03-01 at 12.38
Mostra d’arte a Tagliacozzo
WhatsApp Image 2024-06-10 at 20.32
celano feste
Comune di Capistrello
Civita D'Antino si prepara alla Giornata Ecologica del 12 Giugno
LUCIANO-SCALISI
Maurizio Murzilli
"C'è sempre domani": il tributo cinematografico a Ennio Doris torna gratuitamente al Cinema Astra il 13 Giugno
Una targa di merito alle ragazze dell'Asd Volley Carsoli che hanno vinto il Campionato femminile della Seconda Divisione
Addio a padre Renato Micarelli, si è spento il Cappuccino che per 40 anni è stato Cappellano presso l'Ospedale civile di Avezzano
Tutela del ciclo riproduttivo dell'orso bruno marsicano: il Parco Nazionale proroga la chiusura del sentiero F10
solidarietà terremarsicane
Il Celano Under 19 sogna lo scudetto: prima squadra marsicana qualificata per la Final Four del campionato italiano di categoria
Chiara Silvestri: brillante secondo posto al Campionato di Selezione NBFI (Natural Bodybuilding and Fitness Italy)
WhatsApp-Image-2024-06-10-at-12.16
Un orso bruno marsicano trovato morto tra Scanno e Rocca Pia: non si esclude l'avvelenamento
IMG-20240610-WA0009

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.