Una triste storia di abbandono ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Una triste storia di abbandono che in questi giorni sta facendo riflettere la Marsica su un tema tanto delicato, arriva da Avezzano.  La mattina del 14 Gennaio L’associazione Zampa Amica ha ricevuto ula  segnalazione anonima dell’avvistamento di un cane in pessime condizioni nei pressi della Madonna di Pietracquaria.  I volontari dell’Associazione Zampa Amica si sono precipitati dopo qualche ora sul posto per rintracciare l’animale che però inizialmente non hanno trovato. Dopo vari controlli, alcuni presenti hanno segnalato l’animale all’altezza del bivio di Capistrello.

Mai, i volontari di Zampa Amica, avrebbero pensato di ritrovarsi davanti ad una scena tanto raccapricciante. L’animale, un esemplare di razza Staffordshire Bull Terrier, malnutrito al punto da potersi intravederei il più minuto osso dell’apparato scheletrico, rovistava per terra mentre mangiava una buccia di banana.

I volontari hanno subito allertato il veterinario, il quale vista la criticissima situazione nella quale versava l’animale ha prestato i primi soccorsi, per poi essere trasportato in clinica ad Avezzano e lì sottoposto alle cure e alle analisi.

Per mezzo del microchip che l’animale possiede, le autorità competenti hanno potuto individuare il proprietario.

L’animale ora sta meglio, benché per il grave stato di malnutrizione gli abbia compromesso quasi completamente la muscolatura. I veterinari sostengono che ci vorranno mesi prima che il povero esemplare di Staffordshire possa riprendere pienamente le sue facoltà e possa tornare in salute.

Una vicenda che deve far riflettere sulle responsabilità che si hanno sugli animali domestici, affinché non si sia mai causa di sofferenze atroci, come questa !




Lascia un commento