La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Pescina – In un’estate degli anni ’80 fece sosta presso la stazione F.S. di Pescina il famoso “Treno Verde” con una mostra itinerante organizzata dal Ministero dei Trasporti,...
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » “Una rosa bianca” per ricordare la Giornata dei Caduti 

“Una rosa bianca” per ricordare la Giornata dei Caduti 

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Guida Maria Bonanni
Guida Maria Bonanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Sireus
Maria Sireus
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio

Il 4 novembre, anniversario della firma dell’Armistizio firmato a Padova presso Villa Giusti che sancì la fine della Prima Guerra Mondiale, è la giornata dedicata all’unità nazionale e alle forze armate. In ogni borgo, paese e città oggi vengono depositate corone di fiori per onorare i “caduti” in battaglia per un fine nobile a vantaggio della comunità.

Pur se rinunciarono alla propria vita come difensori della libertà, della uguaglianza, della fraternità sono ancora presenti non solo nella memoria dei familiari ma dell’intera Nazione. Chi “cade” per Amor di Patria non muore mai solo se il suo sacrificio si fa testimonianza dei valori da trasmettere alle nuove generazioni. Basterebbe il dono di una rosa ad omaggiare la forza, il valore e la tenacia dei nostri soldati mai dimenticati.

Una rosa bianca
Una rosa bianca per te,
soldato amico
affinché diventi poesia
di candida luce
sulla tua anima eterna.
Una rosa bianca per te,
tenera e profumata
dai venti primaverili
sull’abbraccio dell’erba novella
per dimenticare il freddo acciaio
delle armi affilate sul rasoio dell’odio
affamate di sangue.

La vita dura eppure così bella
Ancora è adorna di petali
Nel nubile tempo dell’amore.
Sulle croci di legno dei cimiteri
Nel silenzio scende mesta la sera.
Oh, sulla terra dei sepolti
Non ci sono maschere né veli
A nascondere il volto della luna
Raccolta nel cavo delle materne madri
A rigenerare fiori con rugiada di pianto.
Una rosa bianca stillante grazia divina
Come il tuo volto che mai conobbe rughe.
Una rosa bianca per te
Ma senza l’uncino feroce delle spine.

Straziò il tuo cuore solo il feroce ruggito della guerra!
I tuoi occhi fanciulli mai arresi ai disperati giorni
Inseguono il vorticare dell’aquilone
Fin dove finisce l’arcobaleno.
Al di là del muro scrostato d’ombra
Radicata e incompresa è il tuo desiderio
Di pace.
Una rosa bianca per te,
soldato fratello
che nello spaesato mondo
inquieto sulla cesoia dei confini
ti fai zattera sull’altare del sole
alzando le veli all’ignoto.

Per te, una rosa bianca che nemmeno
Il gelo novembrino, né i tralicci delle inferriate,
Né il filo spinato sulle arse trincee potranno scalfire.
Una rosa bianca per te,
come te, difficile a imparare,
Nel memorabile dono della vita
immortale.

PROMO BOX

Al Santuario dell'Oriente la festa della Madonna di Fatima con l'antichissimo "Inno Akathistos"
asma
Cunicoli di Claudio, Santangelo: “2,3 milioni per valorizzare il parco archeologico”
Comune di Celano
Restaurata la base processionale del busto di San Berardo di Pescina
Ricoperta di vernice rossa la targa di via Giorgio Almirante a Tagliacozzo
Flaconi per detersivo diventano piccole opere d'arte: l'ultima idea di riciclo creativo di Lenatorte per abbellire il borgo di Pescocanale
La biochimica scurcolana Anna Nuccitelli ottiene un dottorato negli USA: proseguirà i suoi studi presso l'University of Massachusetts
Liceo scientifico M.Vitruvio P.
IMG-20240522-WA0000
sfida ai fornelli terremarsicane
NINA
foto foc
Violento impatto tra due auto a Cappelle dei Marsi/Foto
thumbnail_IMG_1617
IMG-20240521-WA0017
Il tenore abruzzese Piero Mazzocchetti canterà al G7 Finanze
DOMENICO DI BERARDINO
Donazione di organi e trapianti terremarsicane
Copertura del disavanzo del servizio sanitario regionale, convocata una seduta urgente del Consiglio regionale
Domani a Ortona dei Marsi l'inaugurazione del Museo degli insetti Entoma
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Dopo 27 anni le Frecce Tricolori tornano a L'Aquila per l'Airshow del 25 e 26 Maggio
"Casa della salute mobile" a Civita d'Antino: consentirà di effettuare screening oncologici

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Guida Maria Bonanni
Guida Maria Bonanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Sireus
Maria Sireus
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina