Tumore al seno, giornata di prevenzione a Celano. Ianni: “iniziativa a tutela delle donne”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Celano – Si è svolta ieri, domenica 24 ottobre, all’Auditorium E. Fermi di Celano, l’iniziativa “Prima le Donne”, una giornata interamente dedicata alla prevenzione del tumore al seno e fortemente voluta dal Vice Sindaco, nonché infermiere, Piero Ianni, in condivisione con i colleghi di maggioranza e in collaborazione con il Dott. Antonio Addari, Presidente Provinciale LILT Aquila e la Dott.ssa. Emma Massimi, Chirurgo Ospedale Civile di Avezzano. Per l’occasione si è scelto di illuminare di rosa, sia sabato 23 che domenica 24, Piazza IV Novembre, cuore del centro storico cittadino e l’Auditorium E. Fermi, dove l’evento si è svolto.

Prima di iniziare le visite e le ecografie senologiche gratuite, effettuate dai dottori Addari e Massimi, a 25 donne tra i 35 ed i 55 anni che si erano prenotate tramite il numero di telefono messo a disposizione dall’amministrazione comunale, si è svolta un’importante conferenza sul tema “Prevenzione e diagnosi precoce alla mammella”, alla quale hanno partecipato il Vice Sindaco Piero Ianni, l’Avv. Silvia Morelli, Presidente del Consiglio comunale e la Dott.ssa Antonella De Santis, Assessore alla Sanità e Salute.

Di notevole spessore l’intervento fatto dal Dottore Pasquale Simone, chirurgo della Clinica Di Lorenzo di Avezzano. Presenti anche il Sindaco Settimio Santilli, insieme alle quote rosa di maggioranza. I medici hanno illustrato in maniera dettagliata e precisa quali sono i punti fondamentali della prevenzione e degli esami da svolgere attraverso delle apparecchiature sempre più moderne, utilizzate e controllate costantemente, evidenziando quali sono i vantaggi della stessa prevenzione.

“Sono soddisfatto del risultato e della risposta avuta, la sensibilizzazione aumenta la consapevolezza sul tema in questione, tema fondamentale per tutte le donne, soprattutto quelle che fanno parte della fascia d’età compresa tra i 35 e i 55 anni. Iniziative del genere sono importanti per accrescere la coscienza sul problema, ed evitare così una malattia che purtroppo colpisce ogni anno decine di migliaia di donne.

Si dice che prevenire è meglio che curare, è sempre più vero, la prevenzione rappresenta il primo strumento per evitare rischi e malattie e salvaguardare la buona salute. Per questo motivo è intenzione dell’amministrazione programmare e organizzare sempre più spesso giornate del genere, in modo da sensibilizzare e prevenire attraverso convegni e visite gratuite, per tutelare la salute dei nostri concittadini. Ringrazio tutti i soggetti, dottori, collaboratori e volontari, che a vario titolo hanno partecipato a questa splendida e importante giornata.”

Comunicato stampa