Tagliacozzo, Rassegna del Folklore a rischio per i tagli del bilancio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – Si è appena riunita la conferenza dei capigruppo in vista del consiglio comunale sull’approvazione del bilancio, che si terrà lunedì 26 marzo alle ore 9.30. «Una delle scelte che emergono dalla proposta della Giunta sul bilancio di previsione che discuteremo in consiglio comunale lunedì prossimo», afferma Vincenzo Montelisciani, capogruppo di Tagliacozzo Unita, «è la decurtazione del cinquanta per cento dei fondi destinati alla Rassegna del Folklore, che passeranno da diecimila a cinquemila euro. Oggi, nella conferenza dei capigruppo, ho contrastato questa scelta e ho chiesto alla maggioranza di trovare un modo per salvare una manifestazione conosciuta in tutto il mondo, che ha trentotto anni di vita e che se questa scelta fosse confermata rischierebbe seriamente di saltare, costringendo gli organizzatori a fare i salti mortali pur di mantenerla», continua Montelisciani.

«Consideriamo quella di tagliare i fondi alla Rassegna del Folklore una decisione scellerata, soprattutto se si tiene conto che è previsto un aumento di ben ottantamila euro sull’intero capitolo delle manifestazioni culturali. Emerge la chiara volontà di punire senza motivo chi, da molti anni, si impegna in maniera appassionata e gratuita per il bene del paese, favorendo principalmente il cerchio magico degli amici. Infatti – conclude il consigliere di opposizione – è prevista l’assunzione per cinque mesi di un segretario particolare del sindaco al quale andrebbero più di cinquemila euro. È un abominio! Mai nessun sindaco lo aveva fatto prima, neanche quelli che –a differenza di Giovagnorio- svolgevano un altro lavoro oltre a quello di primo cittadino». Lo scorso dicembre a ricoprire tale ruolo era stato Gianluca Rubeo, storico e fidato amico del sindaco, Vincenzo Giovagnorio.

«Ho proposto al capogruppo di maggioranza Lorenzo Colizza di firmare tutti insieme un emendamento per riequilibrare i fondi alla cultura, che comunque aumenta di molto. Se questo non sarà possibile, proponiamo di eliminare i cinquemila euro al segretario particolare del sindaco e di destinarli alla Rassegna del Folklore per salvare una manifestazione che volge alla trentanovesima edizione e che non possiamo permetterci di perdere».

In merito alla proposta di emendamento avanzata da Vincenzo Montelisciani, il capogruppo di maggioranza, Lorenzo Colizza, dichiara: «ne parlerò con gli assessori alla cultura, Chiara Nanni, e al bilancio, Giuseppe Mastroddi. Vedremo cosa diranno».




Lascia un commento