fulv
Aspetti della giurisdizione delegata nella Marsica durante il viceregno spagnolo e austriaco
Non è facile svolgere un’analisi sistematica e comparata che possa aiutarci ad arricchire e precisare il giudizio, a volte ancora troppo generico, sul dominio dei Colonna nel territorio marsicano durante...
Grotta di Sant'Agata
La grotta di Sant'Agata
Una grossa cavità naturale posta sul versante acclive della Serra di Celano grotta di Sant’Agata Sopra la parte sommitale della rocca della Turris Caelani, sotto una grande sporgenza rocciosa...
bcvff
Luigi Colantoni (1843-1925), canonico, vicario capitolare e ispettore ai monumenti
Questo articolo su Luigi Colantoni segue quello interessante dell’amico Fiorenzo Amiconi apparso su Terre Marsicane lo scorso 24 dicembre 2019 e vuole essere una integrazione ed un completamento di quanto...
I banditi Marco Sciarra e Alfonso Piccolomini
Banditismo e rivolte nel territorio marsicano (1587-1592)
Il 19 aprile 1587 la popolazione di Colli di Montebove (allora solo Colli) chiese aiuto al vescovo dei Marsi perché tormentata lungamente da un gruppo di feroci banditi. A sua volta, il presule, diresse...
Santa Maria degli Angeli alle Croci Napoli  - anno 1580 -
Nicola Corsibono, nato nel 1848 a Napoli visse e dipinse a Tagliacozzo
Nasce in località San Carlo all’Arena (Napoli) alle ore venti del 3 ottobre del 1848 in quell’epoca l’intera regione si chiamava ancora “Regno delle due Sicilie”. Fu battezzato nella splendida chiesa barocca...
feud
Feudatari, banditi aristocratici e scorridori di campagna (1592-1707)
Prima di esaminare dati importanti, occorre trattare altri episodi legati alla feudalità che costituiranno poi un passaggio fondamentale nel raggiungimento di un equilibrio tra economia agraria e pastorale,...
WhatsApp Image 2024-03-29 at 11.03
Le confraternite di Celano e i riti della Settimana Santa
Le sei confraternite di Celano, a distanza di secoli dalla loro fondazione, sono ancora attive ed operanti. Tutte sono titolari di una propria chiesa la cui cura e gestione rappresenta l’impegno...
Il perduto borgo di Alba Fucens nel disegno e nel racconto dell'artista viaggiatore Edward Lear (1846)
Il perduto borgo di Alba Fucens nel disegno e nel racconto dell'artista viaggiatore Edward Lear (1846)
Alba Fucens – Tra le varie tavole litografiche che Edward Lear ha realizzato nella Marsica, una tra le più suggestive e affascinanti è quella dedicata al borgo di Alba Fucens, un paese che, purtroppo,...
Cerca
Close this search box.

“Sulle sponde di un antico lago” il racconto della scrittrice marsicana Cesidia Gianfelice riceve un premio al concorso letterario “Racconti Abruzzo e Molise 2019”

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelina Di Cosmo
Angelina Di Cosmo
Vedi necrologio

Ortucchio – E’ stato selezionato nell’edizione 2019 del “Concorso letterario Racconti dall’Abruzzo e dal Molise”, Il libro ‘Sulle sponde dell’antico lago‘ della scrittrice Cesidia Gianfelice e verrà presentato il 15 dicembre alle ore 11.00  nell’Hotel Villa Maria di Francavilla al mare con la consegna dei diplomi dell’antologia edita da Historica Edizioni.

Il racconto “Sulle sponde di un antico lago” è tratto dal romanzo “Quel Lago in fondo al cuore” pubblicato nel 2013 dall’Albatros  Sullo sfondo dell’inter racconto regna il piccolo laghetto di Ortucchio, residuo del grande Lago del Fucino.

Un racconto toccante, a tratti straziante, la storia di un profondo amore filiale verso un padre amoroso, ma distrutto da una immane tragedia che lo ha segnato per tutta la vita, costringendolo a vivere in un’eterna malattia, prigioniero di fragilità e condannato da pregiudizi duri a morire ed a vivere perennemente ‘tra gli esclusi’.
Attraverso la forza delle parole, l’autrice riordina il quadro infranto di una realtà emozionale dura e complessa, dove si intersecano dolore, rabbia, frustrazioni, desideri e sensazioni. Il caleidoscopio dell’anima così finalmente ricomposto è  capace di comprendere e pacificarsi con una storia dura da vivere e da rendere al mondo.
La scrittrice ci racconta;
“Sin da piccolina ho sempre tenuto nascosto nel mio angolino segreto un diario in cui annotavo tutte le mie ansie, le mie paure, le gioie e i miei sogni”– continua – “Era  una specie di cofanetto dei ricordi, in cui conservavo tutto ciò che era prezioso, un rifugio. Questo libro nasce dalla commistione tra il desiderio di mio padre di veder concretizzare la sua storia, poco fortunata, in un libro, e il mio, quello di far  riflettere sulla depressione, uno dei problemi tipici della società contemporanea, il “male maledetto”, questo perché seppure invisibile, tende a coinvolgere, oltre al malato, l’intera famiglia.
Solo qualche anno fa decisi di partecipare al concorso nazionale “Caro diario” conseguendo inaspettatamente il primo premio, ciò che mi colpì non fu tanto la gloria personale, quanto la soddisfazione di essere riuscita a sfiorare l’animo della giuria e di chi ebbe modo di leggere quella storia, continuai a cimentarmi in altrettanti concorsi anche attraverso alcune poesie, ottenendo sempre discreti successi, fino a quando lo scorso anno, con tutto  l’appoggio e la soddisfazione di mio padre, presentai  un estratto di ciò che oggi è “Quel lago in fondo al cuore” al concorso nazionale “La lanterna bianca” di Taormina ottenendo il secondo premio, in quell’occasione entrai in contatto con la casa editrice Albatros con la quale ho pubblicato la mia opera.
Nel libro l’Autrice narra di avvenimenti durissimi, strettamente autobiografici.
“Quasi tutta la storia si basa su fatti realmente accaduti, fatta eccezione per qualche episodio amplificato dalla malattia stessa di papà – continua Cesidia Gianfelice – per qualche altro frutto della mia fantasia di bambina di appena dieci anni, di fronte  a una indecifrabile “cartella clinica verde” triste testimonianza della sua permanenza in un “manicomio” e di trattamenti disumani chiamati “elettroshock” a cui venne più volte sottoposto. La depressione  non è una malattia come tante perché è invisibile all’occhio umano, molto simile al monossido di carbonio … non se ne avverte la presenza ma logora e annienta tutto ciò che la circonda, quando ti rendi conto che lei è lì vicino a te , è già troppo tardi … ha comunque distrutto ciò che t’appartiene.
Cesidia continua il suo racconto: “Chi ne viene colpito deve combattere su due fronti,  da un lato con la sofferenza data dalla malattia stessa, dall’altro con le reazioni della società in essere  che lo considera semplicemente un malato mentale, ‘Un pazzo”, duramente detto con le parole di A.Einstein “È più facile rompere un atomo che un pregiudizio” ma io dico invece…di provare ad aprire il nostro cuore e a perderci nello sguardo vuoto, di chi ha dimenticato come si vola”.
author avatar
Elisabetta Gallotti

NEWS

Una giornata per Morino Vecchio, il 20 Aprile per ricordare chi non c'è più e per pulire il borgo
Il marsicano Andrea Gallizzi vince il Campionato Mondiale della Pizza 2024
16 Aprile 1944 - 16 Aprile 2024, domani sarà celebrato l'80° anniversario del bombardamento di Carsoli
carlo lucci avvocato avezzano
Dal 17 Aprile al 19 Maggio chiuso l'ufficio postale di Collelongo per i lavori legati al progetto Polis
Sabato 20 e domenica 21 Aprile lavori sulla linea ferroviaria: previsti bus sostitutivi da Avezzano a Roma
Oggi è il compleanno di don Antonio Allegritti, i ragazzi della Pastorale giovanile: "Grazie per tutto quello che fai per noi"
IMG-20240415-WA0010
Realizzata una stazione di alimentazione supplementare per i grifoni: il 18 Aprile tavola rotonda a Massa d'Albe
MINICUCCI2
Rotatoria via Puglie 1
239784481_2233794690095999_719023615882613923_n
colle 1
L'Abruzzo a Vinitaly, Imprudente: "I nostri vini sono di qualità e sono apprezzati da tutti"
Pescina, la raccolta differenziata si digitalizza: arriva Junker, l’app che riconosce tutti i rifiuti
Quattro cuccioli abbandonati nella campagne di Tagliacozzo: "Chi può aiutarli?"
unnamed (4)
433098538_1118298909600081_5736080247556925110_n
Compie 100 anni il sacerdote marsicano don Francesco Di Domenico
661cce8eac353
Gruppo cammini aperti
Un oro e due argenti per gli atleti dell'Asd MMa al Campionato italiano cadetti Kick Boxing 2024
Foto-di-gruppo-presso-Micron
FB_IMG_1713162782259

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelina Di Cosmo
Angelina Di Cosmo
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina