Si ribalta col furgone e viene salvato dopo due ore. “Mi ha trovato un angelo”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli. Fortunatamente alla fine “un angelo” lo ha visto e ha chiamato i soccorsi. Per quello che sarebbe potuto accadere, ha avuto un “lieto” fine la brutta avventura che ha visto come protagonista un anziano che stamattina ha avuto un grave incidente stradale.

Si tratta di un uomo di poco più di 75 anni che intorno alle nove è uscito di strada sulla provinciale Turanense, a Carsoli.

Per motivi in corso di accertamento da parte dei carabinieri della locale stazione, l’anziano ha perso il controllo del furgone cassonato di cui era alla guida, di proprietà dell’azienda agricola Tollu, e si è cappottato al di là del ciglio della strada.

Da quanto raccontato dopo in ospedale, l’anziano ha avuto l’incidente intorno alle nove ma solo dopo circa due ore è stato notato da qualcuno. “Passavano podisti, ciclisti, io chiedevo aiuto urlando ma nessuno mi sentiva. Poi alla fine è arrivato un angelo”. L’anziano era rimasto intrappolato con le gambe nelle lamiere e per questo non riusciva a muoversi per poter uscire dal mezzo. Tanto che con il sangue che aveva sul volto ha anche lasciato un messaggio scritto sul cruscotto: la scritta “Ciao”.

E invece no. La storia per lui, una volta che è stato raggiunto dai sanitari dell’associazione 16 maggio 1982 e dai carabinieri, ha avuto un esito diverso da quello che si aspettava mentre le forze hanno iniziato a mancare. Si è salvato. “Mi ha salvato un angelo”, ha detto alla fine.

L’uomo si trova ora in ospedale.

incidente11




Lascia un commento