Salvaguardia distaccamento Polizia Stradale di Sulmona e Castel di Sangro, Caruso incontra Ciucci



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Provincia – Il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso ha incontrato, presso la sede di Via Monte Cagno in L’Aquila, il Dr. Claudio Ciucci, segretario Nazionale UGL Polizia di Stato con delega alla Polizia Stradale in ambito Nazionale e il Dr. Di Nino Roberto, segretario Regionale UGL, per discutere sulla paventata soppressione del distaccamento di Polizia Stradale di Sulmona e Castel di Sangro. Nel corso dell’incontro è emerso che il Ministero non ha valutato, nel provvedimento da adottare, una serie di importanti situazioni che coinvolgono questi territori ad iniziare dalla sua caratteristica collocazione montana e dalle direttrici viarie, tra le più importanti del centro sud Italia, che attraversano questi territori.

Da Castel di Sangro si diramano le strade che vanno verso la Val di Sangro (con l’importantissimo polo industriale della Sevel), Isernia, Parco Nazionale (PNALM), Altomolise, Campania e Valle Peligna e da Sulmona verso Roma, L’Aquila e Pescara. La strada statale n. 17, risulta una delle arterie più trafficate d’Abruzzo, principale asse di collegamento tra Napoli e la costa Abruzzese (quindi verso la A14 Taranto-Bologna), senza trascurare che conduce verso un distretto turistico tra i più importanti del centro sud Italia (Stazioni sciistiche di Roccaraso-Aremogna – Monte Pratello) e PNALM, con milioni di vetture che vi transitano ogni anno, via purtroppo spesso teatro di numerosi sinistri stradali. Ancora più efficace risulta il lavoro svolto dai distaccamenti di Polizia Stradale in presenza di gravosi eventi atmosferici, come le abbondanti nevicate che interessano questi territori da novembre ad aprile, garantendo ordine e transitabilità.

Per queste motivazioni il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, auspica un ripensamento del provvedimento e rivolge un appello al Ministro dell’Interno Marco Minniti, affinché siano salvaguardati i presídi di Sulmona e Castel di Sangro, chiedendo un potenziamento della struttura, al fine di garantire sicurezza e controllo di un territorio così importante e ampio, che coinvolge, nei periodi di maggiore afflusso, milioni di utenti.




Lascia un commento