Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Possibile avvelenamento di un orso marsicano, Associazione Tartufai Marsica: “Bisogna cercare i colpevoli tra i delinquenti, non tra le persone oneste”

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio

Marsica – “In merito all’articolo che ipotizza la possibilità di avvelenamento dell’orso marsicano ritrovato tra Scanno e Rocca Pia, vorrei esprimere una posizione diversa, a nome dell’Associazione Tartufai della Marsica, che rappresento in qualità di presidente. (Ma credo anche di tanti altri tartufai)”. Lo scrive Vittoria Letta, Presidente dell’Associazione Tartufai della Marsica.

“L’articolo suggerisce che, se si confermasse l’avvelenamento, la pista da seguire sarebbe quella dei tartufai, dato che nella zona operano molti cercatori di tartufi e che recentemente diversi cani da tartufo sono stati avvelenati. Tali affermazioni sono estremamente gravi e dannose. È importante sottolineare che i cani avvelenati (un’azione spregevole che chiaramente condanniamo) non sono stati avvelenati in quella zona. Infatti, questi avvelenamenti sono avvenuti in un’altra regione, sebbene confinante con la nostra. Generalizzare in questo modo può quindi forviare chi legge. I cani avvelenati appartengono proprio ai tartufai, che hanno sofferto per la perdita dei loro compagni di lavoro e vita.

Non possiamo accettare una generalizzazione che punta il dito contro un’intera categoria basandosi su supposizioni. Il lavoro dei tartufai è regolato e rispettoso dell’ambiente. È scorretto e ingiusto creare un collegamento diretto tra i tartufai e atti criminali.

Ma comunque chi commette atti simili non può essere etichettato come tartufaio o appartenente a una qualsiasi altra categoria di persone perbene. Queste persone sono semplicemente dei delinquenti. Non è giusto attribuire ai tartufai in generale questa etichetta. Noi non siamo delinquenti. Io non mi sento tale, né credo che nessuno di noi si senta tale. Chi ottiene il patentino per andare a tartufi lo fa con onestà e passione, non per commettere crimini.

Desidero raccontare un fatto di cui sono venuto a conoscenza. Recentemente, a scuola, dopo la lettura di certe dichiarazioni, si è creata una situazione spiacevole per alcuni bambini appartenenti a famiglie di tartufai. È stato chiesto loro (da alcuni compagni) se i loro genitori, essendo tartufai, uccidono orsi o altri animali. È davvero vergognoso che si arrivi a simili conclusioni.

Aspettiamo, come tutti, i risultati degli esami autoptici per chiarire le cause della morte dell’orso. Tuttavia, gettare sospetti sui tartufai danneggia ingiustamente la reputazione di persone che lavorano onestamente e che amano e rispettano il territorio e la sua fauna. Bisogna cercare i colpevoli tra i delinquenti, non tra persone oneste.

Inoltre, spesso i tartufai offrono contributi positivi per l’ambiente che li circonda,raccogliendo sporcizia segnalando situazioni anomale sul territorio e collaborando con le istituzioni. Parliamo di persone che svolgono vari lavori, accomunati dalla passione per la montagna i cani e la natura. Sono cittadini come tutti gli altri, e generalizzare è profondamente ingiusto.

Pregando tutti di non creare ulteriori polemiche su questo fatto spiacevolissimo, e di non alimentare tensioni. Questo vuole essere solo un chiarimento rispetto a quanto è stato scritto e non una polemica.

Chiedo quindi una maggiore cautela nel formulare ipotesi e invito tutti a non trarre conclusioni affrettate, ricordando che la giustizia deve basarsi su fatti concreti e non su supposizioni”.

LEGGI ANCHE

Festeggiamenti del Sacro Cuore a Celano, si parte stasera con il concerto di Francesco D'Aleo
Annalaura Lacalamita
bando concorso terremarsicane
Parco Sirente Velino terremarsicane
Pouring water from jug into glass on blue background
Manutenzione straordinaria sulla linea Avezzano - Pescara
Maria Assunta Oddi
Nasce in Abruzzo il primo Parco europeo dei Borghi del Respiro: comprenderà i 22 borghi del Parco Sirente Velino
Nasce una colonia felina a Forme di Massa d'Albe
Sostegno all'agricoltura: fondi per l'emergenza Peronospora e per l'abbattimento dei tassi di interesse
Inciviltà nel parco giochi di Tagliacozzo, "assediato" da ragazzi che giocano a pallone: bambini piccoli e genitori costretti ad andarsene
Rivoluzione nella terapia dell'AIDS presso l'Ospedale dell'Aquila: un'iniezione bimestrale al posto della pillola quotidiana
Rocca di Botte celebra San Pietro eremita con l'apertura estiva della sua casa natale
Buona partecipazione alla Giornata ecologica a Civita d'Antino, il Comune: "Nei prossimi giorni saranno installate nuove telecamere"
Messa in ricordo di madre Maria Teresa Cucchiari, fondatrice delle Suore Trinitarie e Serva di Dio
Torna il Giardino Letterario ad Avezzano: si parte nel fine settimana con due romanzi gialli
Agisci in fretta l'ictus non aspetta, il 29 Giugno screening gratuito a Canistro
FB_IMG_1718281622330
Ambulatorio Accessi Venosi
Raccolta di legname per autoconsumo, D’Annuntiis: "Possibile nei pressi dei corsi d'acqua di competenza regionale"
Giornata di prevenzione oncologica
Sicurezza nelle emergenze: il NOVPC di Tagliacozzo arricchisce il suo parco mezzi
donazione sangue giovani
Mister Andrea Di Nicola torna ad allenare il Pescina Calcio dopo 11 anni

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.