Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Collarmele – Con l’arrivo del parere favorevole della Sovrintendenza, possiamo ufficializzare la partenza, a stretto giro, di alcuni frammenti delle maioliche della Chiesa di Madonna delle...
Castello baronale dei Colonna
Il sistema fiscale delle imposte nella Marsica vicereale dopo la peste del 1656
Lo studioso Ugo Speranza pubblicò alcuni rogiti del notaio Domenico Bucci (1658)  nei quali possiamo riscontrare la numerazione dei «fuochi» delle università di Avezzano, Collelongo, Trasacco, Luco...
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Marsica – Sullo storico Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria, Annate CXII-CXIII (2021-2022), pubblicato a L’Aquila, alle pagine 269 e 270 il prof. Alessio Rotellini descrive...
fulv
Aspetti della giurisdizione delegata nella Marsica durante il viceregno spagnolo e austriaco
Non è facile svolgere un’analisi sistematica e comparata che possa aiutarci ad arricchire e precisare il giudizio, a volte ancora troppo generico, sul dominio dei Colonna nel territorio marsicano durante...
Grotta di Sant'Agata
La grotta di Sant'Agata
Una grossa cavità naturale posta sul versante acclive della Serra di Celano grotta di Sant’Agata Sopra la parte sommitale della rocca della Turris Caelani, sotto una grande sporgenza rocciosa...
bcvff
Luigi Colantoni (1843-1925), canonico, vicario capitolare e ispettore ai monumenti
Questo articolo su Luigi Colantoni segue quello interessante dell’amico Fiorenzo Amiconi apparso su Terre Marsicane lo scorso 24 dicembre 2019 e vuole essere una integrazione ed un completamento di quanto...
I banditi Marco Sciarra e Alfonso Piccolomini
Banditismo e rivolte nel territorio marsicano (1587-1592)
Il 19 aprile 1587 la popolazione di Colli di Montebove (allora solo Colli) chiese aiuto al vescovo dei Marsi perché tormentata lungamente da un gruppo di feroci banditi. A sua volta, il presule, diresse...
Santa Maria degli Angeli alle Croci Napoli  - anno 1580 -
Nicola Corsibono, nato nel 1848 a Napoli visse e dipinse a Tagliacozzo
Nasce in località San Carlo all’Arena (Napoli) alle ore venti del 3 ottobre del 1848 in quell’epoca l’intera regione si chiamava ancora “Regno delle due Sicilie”. Fu battezzato nella splendida chiesa barocca...
Cerca
Close this search box.

NurSind su ASL 1 Abruzzo, “condotte contrattualmente illegittime”. Proclamato lo stato di agitazione del Comparto Sanità della ASL di Avezzano-Sulmona-L’Aquila

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio

Avezzano – L’organizzazione sindacale NurSind L’Aquila ha inviato una lettera al Prefetto della Provincia de
L’AQUILA, al Direttore generale ASL 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila, al Presidente della Giunta Regionale d’Abruzzo, all’Assessorato alla Sanità – Regione Abruzzo Ufficio Ispettivo e al Presidente e Vice Presidente della Commissione di Vigilanza in Sanità, in cui dichiara argomentando analiticamente, lo stato di agitazione e sollecita un incontro al fine di risolvere la questione in brevi e modi composti. Nella lettera L’organizzazione sindacale lamenta da parte della ASL 1 “condotte contrattualmente illegittime” con uno sbilanciamento di trattamento a sfavore degli infermieri con un più elevato grado di anzianità lavorativa “E tutto questo è avvenuto a dispetto dei tantissimi infermieri veterani, provati dall’età o portatori di problemi di salute, i quali vengono mantenuti – senza speranza, senza ascolto e in molti casi senza risposta alle relative istanze – nelle strutture di degenza ospedaliera.”

Così le ragioni e la richiesta integralmente nella lettera:

“La scrivente Organizzazioni Sindacale, visto l’art. 2 comma 2 della Legge 146/90 e successive modifiche, con la presente dichiara, ad ogni effetto di legge, la proclamazione dello stato di agitazione sindacale del Comparto Sanità della ASL di Avezzano-Sulmona-L’Aquila.

A tale proposito si chiede un incontro al fine di esperire ogni utile tentativo di conciliazione e raffreddamento.La proclamazione dello stato di agitazione è stata determinata dalle ragioni che di seguito si espongono:

questa O.S. da anni ha contestato alla ASL 1 Abruzzo l’avvallo di condotte “contrattualmente” illegittime che hanno consentito ai Direttori di UOC dei Presidi Ospedalieri di preporre taluni infermieri a sostanziali funzioni di coordinamento, sotto varia denominazione (referente, capo sala f.f., coordinatore f.f., ecc…) e sulla base di criteri personalistici e arbitrari ed in carenza di qualsivoglia provvedimento dell’Amministrazione, come pur previsto dal D.Lgs. n. 165/2001 s.m.i. Questa O.S., in particolare, ha reiteratamente denunciato l’inerzia dell’Azienda in ordine all’espletamento dell’avviso di selezione dei coordinatori infermieristici bandito fin dall’anno 2012 e portato a compimento, a distanza di circa 7 anni, con attribuzione dei relativi incarichi nel mese di agosto 2019.

Nel frattempo la ASL ha sborsato decine di migliaia di Euro in favore di quei dipendenti che conseguivano da parte dei Giudici del Lavoro il riconoscimento, a fini economici, delle mansioni superiori svolte.

Peraltro, la ASL è stata costantemente condannata al pagamento delle spese legali per effetto della “scontata” soccombenza nei relativi giudizi: il tutto a spese dei contribuenti italiani.

Questi i precedenti. Per quanto qui interessa, e che si pone a fondamento dell’odierna protesta, si fa presente che la scrivente ha appreso che la totalità di quei coordinatori f.f. che non hanno conseguito l’idoneità nella selezione recentemente espletata (la maggior parte dei quali non ha potuto neanche parteciparvi per difetto dei requisiti a suo tempo richiesti) è stata trasferita, all’atto dell’insediamento dei nuovi coordinatori “titolari”, in ambulatori e servizi in cui fra l’altro non si è sottoposti agli oneri delle turnazioni, a lavoro nei giorni festivi, agli oneri professionali, alle fatiche e responsabilità che si affrontano quotidianamente nei reparti di degenza: una sorta di “premio fedeltà”!.

E tutto questo è avvenuto a dispetto dei tantissimi infermieri veterani, provati dall’età o portatori di problemi di salute, i quali vengono mantenuti – senza speranza, senza ascolto e in molti casi senza risposta alle relative istanze – nelle strutture di degenza ospedaliera.

Peraltro i trasferimenti di questi “giovani” (di età e di anzianità di servizio) infermieri sono stati disposti in violazione della disciplina contrattuale nazionale relativa alla mobilità “interna”, ordinaria e di urgenza, in carenza di formali motivati provvedimenti e sulla base di criteri arbitrari, personalistici ed insondabili.

Tale situazione è ormai divenuta insostenibile e non più accettabile quale metodologia corrente di trattamento delle posizioni del personale infermieristico. Da tanto l’odierna protesta per siffatta condotta che riteniamo integri grave violazione delle relazioni sindacali.”

PROMO BOX

io ci provo
odissea 6
Santuario di Pietraquaria per la chiusura del mese mariano, appuntamento il 31 Maggio
Attività del Soccorso Alpino e Speleologico 2023: 12.365 persone soccorse, di cui oltre 7.622 feriti e 491 persone decedute
Giornata mondiale della Terra, il 21 Aprile passeggiata ecologica Plastic Free a Capistrello
La neve è tornata: imbiancata Forca d'Acero
parcheggio su Via Massimiliano Kolbe a Borgo Pineta
Rinvenuto ordigno inesploso a Luco dei Marsi
Il relatore Dott. Ivano De Santis con gli allievi del Liceo “B. Croce” di Avezzano
cv
sport
Pesca abusiva sulla costa abruzzese, la GdF sequestra oltre 3000 metri di reti poste in zone vietate
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Lotta alle liste d'attesa in Sanità, Verì: "Potenziare la diagnostica per immagini"
arresto crabinieri
maltrattamenti
Castello baronale dei Colonna
imm
Ufficio postale di Collelongo chiuso per lavori: il Comune attiva il servizio navetta gratuito per i cittadini non motorizzati
Francesca Carolli premiata in Comune ad Avezzano, Simonelli: "Contento del successo delle Giornate dei Giovani Meritevoli
In memoria degli Angeli del Velino: gli studenti del Liceo "Croce" sul Salviano per conoscere pratiche di sicurezza in montagna
Cuccioli di capriolo, cervo o daino tra la vegetazione: "Non vanno toccati né nutriti, non sono abbandonati"
Screenshot_2024-04-17-09-35-48-552_com.facebook
FB_IMG_1713338971643

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina