Nuove regole per gli sport invernali in vigore dal 2022: casco, assicurazione, alcoltest, Artva



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Dal prossimo 1° gennaio 2022 entrerà in vigore il decreto legislativo n. 40 del 28 febbraio 2021, che aggiornerà la legge attualmente in vigore, la n. 363 del 24 dicembre 2003 recante “Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e da fondo“. Diverse le novità che riguardano chi pratica sci, snowboard, scialpinismo, ma anche fuori pista e escursionismo.

Tra le novità, c’è l’obbligo di assicurazione per lo sci di discesa che coprirà “la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi”. I gestori delle piste devono mettere a disposizione dei loro clienti la possibilità di stipulare una polizza, anche giornaliera, nel momento in cui acquistano lo skipass. In caso di assenza di assicurazione, potranno essere elevate multe che vanno dai 100 ai 150 euro.

Un’altra novità è rappresentata dal casco obbligatorio per i minorenni che dovessero praticare lo sci alpino, lo snowboard, il telemark, la slitta e lo slittino. La multa va da 100 a 150 euro. L’articolo 31 della legge prevede il divieto di “sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche”: sono previsti controlli e, nel caso in cui il test risulti positivo, ci sono multe dai 250 ai 1000 euro.

Gli sciatori, in generale, devono tenere una condotta prudente: “Negli incroci gli sciatori devono modificare la propria traiettoria e ridurre la velocità per evitare ogni contatto con gli sciatori giungenti da altra direzione o da altra pista. In prossimità dell’incrocio lo sciatore deve prendere atto di chi sta giungendo da un’altra pista, anche se a monte dello sciatore stesso. Lo sciatore che si immette su una pista o che riparte dopo una sosta deve assicurarsi di poterlo fare senza pericolo per sé o per gli altri”.

Chi pratica sci fuori pista e scialpinismo ma anche per chi ama le ciaspole o semplicemente praticare attività escursionistiche, oltre ai sistemi elettronici di segnalazione e ricerca (Artva) deve avere con sé anche pala e sonda; ciò che caso in cui sussista il rischio di valanghe.