Mario Spallone, il primo Sindaco di Avezzano ad aprire una linea diretta con i Cittadini, eccolo nel ricordo di Bufalini



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – L’imprenditore Nazzareno Di Matteo, a pochi giorni dell’intitolazione della piazzetta nel Parco Torlonia a Mario Spallone lo vuole ricordare attraverso le parole del libro “Seguendo Togliatti” scritto da Paolo Bufalini.  Di Matteo citando un’esperienza diretta di affiancamento all’operato di Spallone, mette in evidenza la sua gratitudine per gli insegnamenti ricevuti, non tralasciando il plauso verso l’amministrazione comunale per averlo ricordato.

Così Bufalini descrive Mario Spallone

“Mario Spallone non è mai stato un uomo politico in senso proprio. Altra cosa è l’impegno che egli ha messo come Sindaco nell’assicurare una straordinaria trasformazione e un moderno progresso della sua Lecce dei Marsi (poi di Avezzano aggiungo io) che era un paesino tra i più poveri e arretrati del Fucino. ”

Spallone ad Avezzano è stato il primo Sindaco eletto direttamente dai cittadini. Il suo non essere uomo politico è dimostrato dalla sua intuizione di aprire una linea diretta con i cittadini.” Telefono Aperto “scavalcava la burocrazia e la metteva direttamente al servizio della città. Le lampadine fulminante della sera venivano cambiate la mattina dopo. Famoso è rimasto il grido del prof. PALUMBOOO.

La politica non vide di buon occhio l’iniziativa, perché scavalcava la mediazione e la clientela, poi si adeguó e i risultati furono straordinari. Sistemazione di tutte le incompiute, teatro, palestra Vivenza, parco periurbano, Piscina comunale, caserma dei vigili e della polizia, Scuola media via Pereto, primo bilancio partecipativo che portò alla realizzazione di piazze in città e nelle frazioni, ricordo piazza Cavour oggi piena di attività commerciali, gestione impianti sportivi, mostra del libro, orchestra giovanile, nascita di varie associazioni culturali, assunzione di 36 lavoratori socialmente utili.

Il commento di Nazzareno Di Matteo

La seconda elezione come Sindaco di Spallone mi vide protagonista in quanto segretario dell’allora PDS. Cito le sue parole scritte nel libro “60 anni di memorie”.

” Iniziai una collaborazione intensa con i gruppi consiliari e soprattutto col capogruppo del PDS NAZZARENO DI MATTEO un giovane che si è distinto prima come sportivo e poi con capacità manageriali. Ha creato una società sportiva dando servizi alla gente e lavoro ai suoi collaboratori. Non facevo nulla senza #Ascoltarlo e senza #Ascoltare la sezione, riservandomi la decisione finale”.

Voglio dire due volte Grazie.
Grazie a Mario Spallone per tutto quello che mi ha insegnato e realizzato per #Avezzano e #Grazie all’amministrazione comunale e al Sindaco Gabriele De Angelis per averlo ricordato.