L’orso Juan Carrito non si è fatto attendere: è tornato in paese



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Video

L'orso Juan Carrito non si è fatto attendere: è tornato in paese
L'orso Juan Carrito non si è fatto attendere: è tornato in paese

Abruzzo – E’ stato avvistato questa mattina a Villalago l’orso Juan Carrito. Due anni e un peso di 112 kg, il doppio di un orso della sua età, era stato catturato lo scorso 7 dicembre e portato in alta montagna.

L’operazione mirava ad allontanare l’orso dal centro abitato di Roccaraso e dintorni dove si era insediato da oltre un mese e dove, anche perché condizionato dal cibo umano, aveva iniziato a girare in maniera sempre più tranquilla all’interno del centro abitato.

Questo forte condizionamento al cibo ha determinato il rischio che l’orso non vada in ibernazione e, con l’arrivo di molti turisti e l’aumento del traffico veicolare, aveva fatto crescere il rischio di incidenti, con problemi sia per la pubblica incolumità sia per la tutela dell’orso stesso.

Riportarlo in una zona isolata in montagna voleva contribuire, col freddo e la neve, a indurlo all’ibernazione, cosa che sta accadendo a tutti gli orsi in questo momento. Ma Juan Carrito, a quanto pare, non ne vuole proprio sapere.

Gli esperti avevano ipotizzato un suo ritorno in qualche centro abitato, anticipando che il tentativo ulteriore sarebbe stato quello di spostarlo in un territorio ancora più distante e ancora più isolato da contesti antropici.

Foto anteprima di Marta Galante




Leggi anche