Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

La Presidente FIDAL Abruzzo: “La Città dello Sport reale e già finanziata, basta bugie”

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio

Avezzano – “Ho assistito con sgomento e profondo dispiacere alla catasta di bugie e mistificazioni intorno al progetto “Città dello Sport”. É netto l’intervento della Presidente FIDAL Abruzzo, la professoressa Concetta Balsorio, principale artefice e motore del Progetto, curato in dettaglio in circa un anno e mezzo di costante lavoro, delegata alle strutture sportive e al connesso turismo dall’allora sindaco  Giovanni Di Pangrazio.

“Ho ricevuto dal sindaco Giovanni Di Pangrazio l’incarico di interessarmi delle strutture sportive, al fine di pianificare un programma di sviluppo dei due settori cui ero delegata. Sin dai primi mesi del 2016, concordemente all’Amministrazione, ho dato vita a una serie di operazioni su tutti i fronti e, grazie ai fattivi contatti con il Credito sportivo, attraverso la Federazione di atletica leggera, in prima battuta sono stati indirizzati al progetto 1.353.000 euro; dopo un approfondito studio del territorio e delle strutture, dalla trasformazione dello stadio dei Pini, che sarebbe diventato a otto corsie e base d’appoggio per la preparazione atletica di vari sport, si è andato delineando il Villaggio olimpico e il progetto definitivo della “Città dello Sport”, in grado di ospitare competizioni nazionali e internazionali, con il velodromo e il rifacimento della palestra di arti marziali, l’inclusione delle strutture per il tennis – anche questo frutto di contatti e accordi col Presidente della società, come anche accordi per la collaborazione erano stati avviati con il Referente per l’Hockey – e della piscina federale; una serie di elementi che hanno poi permesso a ingegneri e tecnici di strutturare il Progetto, non certo ‘campato in aria’ e fondato, oltre che sulle competenze, su finanziamenti ben reali pure questi, come quello del CONI. Grazie ad altri canali, abbiamo potuto includere anche una foresteria che avrebbe ospitato non meno di 100 persone.

Nel contempo abbiamo aperto contatti con Enti del nord Italia che avevano già realizzato con successo progetti simili, per ottenere le migliori indicazioni al riguardo e, non ultimo, attraverso un legale specialista del settore, avviato una consultazione per l’ottenimento di fondi europei per ulteriori sviluppi.

Io so tutto il lavoro che sta alla base del progetto “Città dello Sport”, tutt’altro che un mero sogno o fantasia: lo è stato per trent’anni e finalmente si era concretizzato. Chi dice cose diverse lo fa per fini propri che non mi interessano e non mi riguardano, ma, a parte un paio di personaggi di contorno, che hanno fatto interventi in merito senza alcuna cognizione di causa, non voglio dire in malafede, sconcerta che l’attuale Amministrazione asserisca l’inesistenza o inconsistenza del progetto. Soprattutto perché, sin dall’insediamento di essa, mi sono messa a disposizione per un ‘passaggio di consegne’ relativo a tutto il lavoro fatto, pronta a donare il progetto ad Avezzano, e l’ho fatto unicamente per amore della mia città e dello Sport, gli stessi motivi per cui mi sono impegnata tanto per crearlo. I tempi per procedere vi erano tutti, con la buona volontà in tal senso si sarebbe trovato il modo di farlo, e se ne ricorderà bene anche il sindaco Gabriele De Angelis, che sono riuscita a incontrare solo dopo un mese dal primo contatto, sebbene avesse già avuto da me delucidazioni riguardo alla questione su cui sollecitavo attenzione, da lui oggi definita, ho appreso con sconcerto, ‘Fake news’, nel tentativo di sminuire e negare persino l’esistenza di un imponente progetto, ma le bufale sono ben altre, e i cittadini sapranno distinguere. Io non sono una politica e certe logiche non mi appartengono, ma ancor più perché ho speso il mio impegno, la mia reputazione e professionalità anche nelle sedi di governo nazionale del settore, delle Autorità sportive e dinanzi a referenti autorevoli in grado di supportare lo sviluppo della “Città dello Sport”, sento doveroso fugare questo castello di menzogne: sarebbe opportuno che chi le ha alimentate e diffuse, nel maldestro tentativo di dissimulare scelte improvvide, facesse, se non un passo indietro, almeno una parola di meno, con rispetto per chi si è speso per la città con passione e abnegazione, unicamente per vedere realizzata un’opera straordinaria e unica in Abruzzo, in grado di stimolare una sana e massiccia diffusione della cultura dello sport e al contempo dare un input all’economia, a pieno vantaggio dei giovani di oggi e delle future generazioni di questa povera Città e della Marsica.

LEGGI ANCHE

ass
WhatsApp Image 2024-06-11 at 18.22
Pagamento borse di studio a favore degli universitari, Santangelo incontra gli studenti
Il CAI Sezione Valle Roveto sistema un tratto del sentiero 444 a Civita d'Antino in vista del 2° Camp Giovani Abruzzo
Elly Schlein torna in Abruzzo con otto appuntamenti nella Marsica
Controlli delle forze dell'ordine in provincia dell'Aquila: 13 arresti, 22 sequestri e 424 sanzioni
Unanimità in Giunta: nessuna causa di incompatibilità per l'assessore Mario Quaglieri
Onore e riconoscenza: L’Aquila conferisce la cittadinanza onoraria alla Croce Rossa Italiana
Dove finisce il Fucino, passeggiata archeologica gratuita allo sbocco dell'Emissario di Claudio: il 15 Giugno a Capistrello
Rifugio per animali "Mi Fido", il 16 Giugno l'inaugurazione a Venere dei Marsi
Tua e Polizia di Stato: ecco il progetto “Insieme per la cybersicurezza”
Bonus carburante: 20 milioni di euro per le imprese dell’autotrasporto merci per conto terzi
Pellegrini di Speranza: parte dalla chiesa di Madonna a Monte di Collelongo il sentiero Frassati della Marsica
Primo parco europeo dei borghi del Respiro: giovedì ci sarà l'assegnazione del titolo di Borgo del Respiro a 18 nuovi Comuni
cinghiali-branco1
am
Ottime prestazioni dei piccoli atleti del Centro Italia Nuoto all'Orange Cup
Urban Trail Borgo Universo 09062024 camp reg uisp urban trail
Roberto Simonetti, Devis Nikolli e Imran El Kharta
bici 1
Modifiche alla viabilità
Trail
Disabilità
IMG-20240611-WA0001

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.