Inchiesta appalti su Canistro, Paolo Di Pietro si dichiara estraneo ai fatti



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Canistro. Si dichiara estraneo ai fatti. A seguito della notizia riportata sul nuovo filone dell’inchiesta coordinata dalla procura di Avezzano, portata avanti dagli agenti della Squadra Mobile dell’Aquila, che interessa numerosi appalti nell’ambito del Lavori pubblici delle amministrazioni comunali, interviene l’avvocato Armando Di Pietro (nella foto), difensore di Paolo Di Pietro (all’epoca dei fatti contestati vice sindaco di Canistro).

“Il mio assistito” – precisa l’avvocato Di Pietro, difensore del vice-sindaco Paolo Di Pietro – “è a disposizione della magistratura, chiede di essere ascoltato al più presto e ribadisce la propria estraneità ai fatti”.

Inchiesta appalti nella Marsica, indagati l’ex vicesindaco di Canistro e l’ad del Cam Venturini




Lascia un commento