In campo mano nella mano con Asamoah. L’emozione di un piccolo cuore bianconero vince a Torino



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. Allo stadio con papà Alessio Bennati, oramai celanese di adozione, per una giornata di emozione pura e quasi indescrivibile.

E’ la storia del piccolo Andrea, iscritto dal padre al concorso “Bimbi in campo” che consente, se sorteggiati, di accompagnare un giocatore della squadra del cuore in campo.

“Andrea è stato sorteggiato per accompagnare un giocatore della Juventus in occasione della partita di domenica scorsa allo Juventus Stadium Juve-Lazio”, racconta Bennati, “è stata un’esperienza bellissima per il bambino, tifosissimo della Juve e anche per me che sono entrato per la prima volta nel nuovo stadio. Ho accompagnato Andrea a Torino ed anche io sono stato ospite della squadra per la partita”.

“Ho consegnato Andrea alle hostess dello Juventus Membership un’ora e mezzo prima della partita”, aggiunge, “poi mi ha raccontato di aver incontato la mascotte biancone, la zebra Jake, di essersi cambiato in spogliatoi nuovissimi in compagnia di tanti bambini, di aver visto i giocatori della Juve nella fase del riscaldamento, di averli salutati prima dell’ingresso in campo e di aver accompagnato Asamoah a centrocampo. Emozione unica che resterà nei suoi ricordi per sempre l’ingresso sul campo da gioco quando tutto il pubblico festante ha iniziato ad intonare l’inno bianconero con migliaia di bandierine bianconere consegnate nella circostanza per festeggiare il nuovo logo della Juventus”.

“Poi l’uscita di corsa dal campo e la visione della partita con il papà in tribuna”, conclude il papà, “il tutto suggellato da una straordinaria vittoria”.

Foto LaPresse – Daniele Badolato

 




Lascia un commento