Il presidente nazionale della Federazione Italiana di Triathlon “Ovindoli può diventare un luogo di allenamento per la nostra Nazionale”

Ovindoli – Martedì 20 agosto ha fatto tappa ad Ovindoli Luigi Bianchi, il presidente nazionale della Federazione Italiana di Triathlon. Il motivo della visita è stato quello di raggiungere gli atleti under 16 della Nazionale di Triathlon che in questo momento sono ad Ovindoli per la preparazione atletica.
In occasione di questa visita, il presidente Bianchi ha dichiarato:

Venendo a trovare la Nazionale under 16 di Triathlon, ho avuto modo di conoscere meglio la località e sono rimasto favorevolmente impressionato dalla varietà dei circuiti ciclistici e podistici. Ovindoli può diventare un luogo di allenamento della nostra nazionale, rendendolo anche un solido riferimento per tutti gli atleti del centro-sud.
Tuttavia, gli atleti di Triathlon hanno bisogno di piscine e purtroppo il paese ne è sfornito. La mancanza di tale tipo di infrastruttura limita la possibilità di estendere alle categorie elite, ovvero le categorie di atleti con età maggiore di sedici anni, questa location come centro di allenamento.
Qualora, dunque, l’amministrazione abbia interesse a superare tale ostacolo, io sono disponibile ad interloquire con essa in rappresentanza della Federazione Italiana di Triathlon.
Ci tengo a sottolineare che questo sport ha avuto una crescita di partecipanti impressionante negli ultimi anni. I numeri parlano chiaro: nel 2012 i tesserati erano 16 mila, mentre nel 2018 siamo arrivati ad oltre 27 mila iscritti con un trend in crescita nel 2019. Dietro questi numeri non ci sono soltanto atleti professionisti ma anche un reale microuniverso capace di attrarre un turismo sportivo, soprattutto estivo, che possa apprezzare i luoghi di allenamento che il territorio può offrire, sicuramente a prezzi competitivi.

Il presidente Bianchi ha infine ringraziato coloro che nel frattempo hanno reso possibile la permanenza e l’allenamento  degli atleti under 16 della Nazionale di Triathlon, ovvero l’hotel Monte Velino a Ovindoli e la Pinguino Nuoto ad Avezzano.