Il Coronavirus non arresta la violenza sulle donne, il comune di Tagliacozzo e la Cooperativa “Be Free” sono presenti con un servizio fondamentale per la Marsica



Tagliacozzo – Con circolare del Ministero dell’Interno è stato dato mandato alle Prefetture di potenziare l’offerta di alloggiamento, anche temporaneo, alle donne vittime di violenza, e immediatamente il Sindaco di Tagliacozzo, con sensibilità e spirito di servizio, coadiuvato dall’Assessore alle Politiche sociali Alessandra Di Girolamo, ha colto l’occasione per assicurare, soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria, accoglienza e disponibilità all’ascolto.

Infatti, al pari dei pochi servizi primari rimasti attivi, il Centro antiviolenza e Casa rifugio “La Casa delle Donne nella Marsica” (di Be Free Coop. Soc.), che da anni opera appunto sul territorio del Comune di Tagliacozzo, ha mantenuto il centro aperto e attivo, con ininterrotta offerta di aiuto, sostegno ed ospitalità alle donne maltrattate, a chi, cioè, oltre al terrore del contagio del virus, sta patendo orrore e paura in casa per la violenza perpetrata a suo danno dal convivente.

Il numero da contattare, attivo 24 ore al giorno 7 giorni su 7, è 393.8856389, anche whatsapp.
E-mail: casadonne.marsica@gmail.com.

Nonostante tutto appaia fermo e bloccato, non può arrestarsi la tutela apprestata alle vittime.