Esce dal carcere il marocchino accusato della morte di Sara Sforza


Avezzano – Esce dal carcere Jarrar Ayoub, 25 anni, il marocchino che, il 2 gennaio scorso, causò l’incidente in cui perse la vita la giovane Sara Sforza. Lo schianto avvenne lungo la Tiburtina Valeria, tra Aielli e Celano.

Il marocchino, alla guida di un’Alfa Romeo 159, in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, dopo una serie di sorpassi, impattò violentemente contro la Renault Twingo in cui viaggiavano Sara Sforza e il suo fidanzato.

Per il magrebino, difeso dall’avvocato Leonardo Casciere, il giudice ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Nonno Pietro compie 100 anni

Canistro – Canistro in festa per i 100 anni di nonno Pietro. “Oggi – fanno sapere dall’Amministrazione Comunale – abbiamo festeggiato il nostro concittadino Pietro Iafolla che ha raggiunto il ...


Recuperati poco fa i corpi dei due alpinisti deceduti sul gran Sasso

Sono stati recuperati pochi minuti fa da parte del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese i corpi di due alpinisti precipitati sul Gran Sasso. Si tratta ...

L’Abruzzo a Terra Madre in ricordo di quattro grandi pilastri del mondo rurale e della pastorizia

Il Gal Gran Sasso Velino e Marsica annunciano il “Premio nazionale della Pastorizia”, in memoria di Gregorio Rotolo, Giulio Petronio, Pierluigi Imperiale e Giovanni Cialone. L’Abruzzo ...

Addio alla maestra Simona, aveva solo 50anni

Avezzano – Cordoglio ad Avezzano per la prematura scomparsa della maestra Simona Scivola strappata agli affetti e all’insegnamento a soli 50 anni. Molto amata dai ...

Sabato sera con botte da orbi ad Avezzano centro, interviene la polizia

Avezzano – Tornano le risse ad Avezzano centro. Ieri sera, dopo l’una , si è svolta una rissa su via Garibaldi. A causarla sembrerebbe essere ...