sabato, 6 , Marzo

In ricordo di Tonino Durante un bellissimo quadro con sassi dipinti a mano

“Su questa alta cima ora affilerò i cuori feriti lasciati laggiù”

Prima pagina

Dispersi sul Velino, donazioni del CAI alla pro Loco delle Forme e al Soccorso Alpino a sostegno delle operazioni di ricerca

Massa D’Albe – La Pro Loco delle Forme è impegnata nell’ospitare all’interno della propria sede, divenuta un vero  e proprio centro di accoglienza, i familiari e gli amici di Tonino, Valeria, Gianmarco e Gian  Mauro, e le numerose forze intervenute per i soccorsi, provvedendo al loro sostentamento dalla  sera stessa del 24 gennaio, giorno in cui si sono perse le tracce dei nostri ragazzi nella Valle Majelama, nell’area del massiccio del Monte Velino.
Tutta la piccola comunità di Forme, successivamente coadiuvata nel coordinamento dalla Protezione Civile, si è messa a disposizione offrendo il suo grande cuore di gente di montagna, per dimostrare affetto e vicinanza alle  famiglie in questa circostanza inedita, inimmaginabile, coinvolgendo tanti altri cittadini della
Marsica in una vera e propria gara di solidarietà.  

Il 1° febbraio scorso abbiamo lanciato una raccolta fondi per sostenere la Pro Loco delle Forme in  questa azione di alto spessore umano, e il nostro appello rivolto ai Soci, ha toccato la generosità  di tante persone anche al di fuori della grande famiglia CAI che hanno avuto fiducia nei nostri  confronti e che hanno risposto con un entusiasmo tale da farci superare ogni nostra previsione. Le donazioni sono state tanto numerose che ci è impossibile arrivare a ringraziare ognuno  personalmente, ma lo facciamo in modo corale, commosso e affettuoso attraverso questo  messaggio, a nome di coloro ai quali le somme raccolte sono destinate. Le donazioni hanno  raggiunto i 9.690,00 € in pochi giorni e il Consiglio Direttivo della Sezione, convocato  appositamente l’11 febbraio, preso atto del consistente ammontare ricevuto, ha deciso di  destinarlo in parti uguali alla Pro Loco delle Forme e al Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo intervenuto sin dal primo momento con un altissimo numero di volontari.  Il nostro impegno tuttavia non si esaurisce con questo atto, seppure necessario e doveroso. Il CAI  di Avezzano continua a essere al fianco dei genitori e dei familiari degli amici dispersi, pronto a  offrire la propria disponibilità in ogni circostanza. In segno di partecipazione e nella trepida  attesa del ritrovamento dei nostri amici, è stata rinviata ogni attività escursionistica anche per  non mettere in ulteriore difficoltà il Soccorso Alpino in caso di incidenti, affinché possa  concentrare la propria attività nelle ricerche in Valle Majelama. 

Le forze impegnate sul campo sin dal primo giorno con ogni mezzo a loro disposizione, hanno  dato e continuano a dare il massimo, lottando contro il maltempo e le condizioni difficili e insi diose dell’ambiente innevato della valle, per cui la nostra riconoscenza va alla competenza e al  grande impegno degli uomini del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Polizia di Stato, del 9° Reggimento  Alpini, dei Vigili del Fuoco. Con un abbraccio e un forte incoraggiamento a tutti coloro che  contribuiscono ogni giorno al ritrovamento dei nostri amici, lasciamo sempre aperta la porta  della speranza.

Ultim'ora