Di Maio e la Marcozzi ad Avezzano “Obiettivi importanti per il territorio, sanità e programmazione dei fondi europei”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Ieri  al castello Orsini, si è tenuto il comizio politico del Movimento 5 stelle a sostegno della candidata presidente per la regione Abruzzo Sara Marcozzi, in vista delle elezioni regionali del 10 Febbraio.

Tra gli esponenti del movimento che hanno preso parola sul palco del castello Orsini vi erano Gianluca Ranieri (ex Consigliere regionale), i senatori Di Girolamo (commissione trasporti) e Di Nicola, Sorial (ex deputato) e ovviamente gli ospiti più attesi Sara Marcozzi e Luigi di Maio vice premier e ministro del lavoro e dello sviluppo economico.

Sono stati molti i temi toccati nel comizio. La Marcozzi ha parlato di quanto fatto nella precedente legislatura all’opposizione. Un esempio è il taglio agli stipendi dei consiglieri con il quale sono stati ricavati 720.000 euro che sono stati poi destinati alle esigenze prioritarie, come lavoro e sanità pubblica.

Di Maio e la Marcozzi ad Avezzano "Obiettivi importanti per il territorio, sanità e programmazione dei fondi europei"

Le tematiche principali che un eventuale governo regionale pentastellato tratterà riguarderanno la programmazione dei fondi europei e il miglioramento della sanità pubblica abruzzese. Quest’ultimo è un punto che ci riguarda direttamente in quanto l’ospedale di Avezzano, a detta della Marcozzi, è uno degli ospedali abruzzesi che versa nelle condizioni peggiori, sia dal punto di vista dei rischi sismici che interessano la struttura sia per quanto riguarda il suo funzionamento.

Naturalmente è intervenuto nel comizio il ministro Luigi Di Maio il quale, dopo aver ribadito il proprio sostegno alla candidata, ha trattato principalmente temi che interessano il governo centrale.

Ha parlato della legge di bilancio, da poco approvata, del reddito di cittadinanza, della quota 100 e della revisione della legge Fornero. L’evento ha riscosso interesse nei cittadini marsicani che si sono presentati numerosi mostrando il loro interesse e la loro partecipazione.

 




Lascia un commento