Circolava con la scacciacani senza tappo rosso, assolto dopo anni



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Gioia dei Marsi  – Circolava con una scacciacani priva del tappo rosso, assolto perché “il fatto non è previsto dalla legge come reato”.

I fatti risalgono al 2013, quando, a seguito  di una lite verificatasi a Lecce nei Marsi, i carabinieri della stazione di Gioia dei Marsi hanno eseguirono dei controlli sui protagonisti della zuffa; uno dei giovani coinvolti, un ventisettenne di Lecce nei Marsi, risultò in possesso di una scacciacani priva del tappo rosso, elemento che consente di distinguere tra armi vere e semplici dissuasori acustici, con la quale circolava liberamente.

I militari sequestrarono l’arma e comunicarono il fatto alla  procura della Repubblica. Il giovane ha dovuto rispondere, dinanzi al Tribunale di Avezzano, del reato di porto di arma senza autorizzazione.

Circolava con la scacciacani senza tappo rosso, assolto dopo anni
Avv. Mario Del Pretaro

Nei giorni scorsi il Tribunale, rappresentato dal Dott. Marco Sgattoni, ha accolto i rilievi della difesa rappresentata dall’avvocato Mario Del Pretaro e ha assolto l’imputato: come stabilito precedentemente dalla Cassazione, infatti, circolare con un arma giocattolo priva di tappo rosso non costituisce reato. Il Tribunale di Avezzano, in conformità di detta interpretazione giurisprudenziale della Cassazione, dopo un processo durato diversi anni, ha assolto il giovane. (M.S.)