martedì, 18 Giugno 2024
Home Attualità Bullismo contro studente disabile, Ufficio Scolastico per l’Abruzzo: “Sulla base degli accertamenti effettuati non si è configurato nessun atto”

Bullismo contro studente disabile, Ufficio Scolastico per l’Abruzzo: “Sulla base degli accertamenti effettuati non si è configurato nessun atto”

Di Redazione News
2 minuti lettura
A+A-
Reset

Avezzano – L’Ufficio scolastico regionale per l’Abruzzo del Ministero dell’Istruzione e del Merito, attraverso una nota stampa, chiede la rettifica delle notizie riguardanti il presunto caso di bullismo contro uno studente 14enne, disabile, iscritto al primo anno di un istituto superiore di Avezzano. L’articolo, pubblicato dalla nostra testata, trae origine dall’ultima denuncia presentata dalla mamma del 14enne.

Il 6 maggio, alle 16.28, la donna si era presentata davanti ai carabinieri ed aveva raccontato che il figlio era stato picchiato e insultato da tre compagni di classe. La stessa, al momento della denuncia, aveva fornito ai carabinieri il referto medico redatto dai sanitari del pronto soccorso dove, poco prima, aveva condotto il figlio. La signora, prima del 6 maggio, aveva già presentato due denunce ai carabinieri per fatti analoghi: la prima il 22 febbraio e la seconda l’8 marzo.

“L’ufficio scolastico regionale – si legge nella nota giunta alla nostra redazione – chiede la rettifica del presunto caso di bullismo su alunno disabile – ex art. 8 della l. n. 47 del 1948. In relazione ai numerosi articoli di stampa apparsi di recente circa un presunto atto di bullismo ai danni di un alunno con disabilità – si legge nella nota – l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo sottolinea che, sulla base degli accertamenti effettuati, non si è configurato all’interno della scuola l’atto rappresentato negli articoli di stampa.

A tal fine si chiede a codesta spettabile redazione di voler rettificare quanto riportato in base alla normativa vigente rappresentando che sarà adita ogni tipo di azione tesa a difendere l’immagine della scuola abruzzese e del lavoro quotidianamente svolto da tutto il personale scolastico teso ad instaurare un clima inclusivo ed accogliente”.  

Invito alla lettura