Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Breve storia della Bicicletta

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ubalda Lanciotti
Ubalda Lanciotti
Vedi necrologio

Da zero a cento anni non c’è uomo, donna o bambino che non sia, almeno una volta, salito su di una bicicletta. Dalle statistiche risulta che sulla Terra è la bicicletta il veicolo più diffuso. Gli italiani, ogni anno, comprano più biciclette che automobili: 1milione e 650 mila pezzi, 200 mila in più rispetto alle auto. La bicicletta è un’invenzione piuttosto recente. Il primo esemplare, infatti, apparve sulle strade del mondo sul finire del 1700.

Questo veicolo incontrò subito le simpatie di tutti per la sua possibilità di moltiplicare il rendimento dell’energia umana e di trasformarla in velocità. Nel 1790 un francese di nome De Siorac o Sivrac costruì il primo veicolo a due ruote. Il suo scopo era quello di costruire un semplice giocattolo da usarsi solo per divertimento. Questo nuovo veicolo veniva mosso puntando i piedi a terra, con i quali ci si dava la spinta.

Nel 1818 un tedesco, Drais, applicò al veicolo un manubrio per poterne dirigere la marcia e una sella sulla quale il conducente potesse sedersi abbastanza comodamente. Nacque in questo modo il primo biciclo chiamato, dal nome dell’inventore, Draisine. Nel 1885 i francesi Pietro ed Ernesto Michaux applicarono due pedali al mozzo della ruota anteriore. Fu questa la vera data di nascita della bicicletta e i Michaux furono i primi ad impiantare la prima fabbrica di biciclette con 200 operai, capaci di produrre 140 bici ogni anno.

Nel 1865 le ruote della bicicletta passarono dall’essere di legno a quelle di metallo con gomme piene. Nel 1875 le ruote motrici assunsero dimensioni enormi diventando scomode e sproporzionate. Poi nel 1868 i francesi Mayer e Guilmet applicarono una trasmissione a catena che permise di ridimensionare le ruote . Nel 1888 l’inglese Dunlop applicò alle ruote della bicicletta i pneumatici, cioè tubi di gomma gonfiati con aria compressa. Dal 1900 in poi i modelli si sono evoluti fino ad arrivare ai giorni nostri in cui le biciclette sono di svariati tipi e per tutte le esigenze.

Oggi la continua rincorsa all’ecologia ha valorizzato maggiormente questo veicolo e quasi tutti i comuni italiano hanno fornito le strade cittadine di piste ciclabili. La cultura delle due ruote, fino a poco tempo fa prerogativa quasi esclusiva del nord Europa, si sta espandendo in tutti i paesi. Chissà, quando finirà il petrolio potrebbe essere l’unico mezzo con il quale spostarci, infondo l’unico carburante di cui ha bisogno è la buona volontà di pedalare. . .

LEGGI ANCHE

IMG-20240611-WA0001
WhatsApp Image 2024-03-01 at 12.38
Mostra d’arte a Tagliacozzo
WhatsApp Image 2024-06-10 at 20.32
celano feste
Comune di Capistrello
Civita D'Antino si prepara alla Giornata Ecologica del 12 Giugno
LUCIANO-SCALISI
Maurizio Murzilli
"C'è sempre domani": il tributo cinematografico a Ennio Doris torna gratuitamente al Cinema Astra il 13 Giugno
Una targa di merito alle ragazze dell'Asd Volley Carsoli che hanno vinto il Campionato femminile della Seconda Divisione
Addio a padre Renato Micarelli, si è spento il Cappuccino che per 40 anni è stato Cappellano presso l'Ospedale civile di Avezzano
Tutela del ciclo riproduttivo dell'orso bruno marsicano: il Parco Nazionale proroga la chiusura del sentiero F10
solidarietà terremarsicane
Il Celano Under 19 sogna lo scudetto: prima squadra marsicana qualificata per la Final Four del campionato italiano di categoria
Chiara Silvestri: brillante secondo posto al Campionato di Selezione NBFI (Natural Bodybuilding and Fitness Italy)
WhatsApp-Image-2024-06-10-at-12.16
Un orso bruno marsicano trovato morto tra Scanno e Rocca Pia: non si esclude l'avvelenamento
IMG-20240610-WA0009
Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
Una cascata di fiori riempie i cuori di gioia: giornata di raccolta fondi a Pescina
"Abitare in città. La domus di San Benedetto dei Marsi", il 15 Giugno visite gratuite per le Giornate Europee dell’Archeologia
Luco dei Marsi ha festeggiato i suoi quarantenni, sindaca De Rosa: "La nostra sala consiliare si è riempita di bellezza, sorrisi, allegria"
Chiuso il sentiero n. 6 di Monte Velino, CAI Avezzano: "Le forti piogge lo rendono esposto al pericolo frane"

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ubalda Lanciotti
Ubalda Lanciotti
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.