Avezzano, raccolta firme per dire basta ai botti di Capodanno presso il petshop Zero Zero Setter



Avezzano – Per alcuni uno spettacolo, per altri una pratica dannosa di cui si può fare a meno. I fuochi d’artificio sono una tradizione che però innegabilmente provoca danni non solo alla nostra salute ma anche a quella degli animali e dell’ambiente.
Le polveri sottili emesse dagli spettacoli pirotecnici sono in grado di peggiorare malattie esistenti o di provocarne di nuove. Non c’è fonte di polveri fini che come i fuochi d’ artificio, in un tempo così breve, emette un carico di PM10 che supera di 8 volte il valore limite.
In più, quando si accendono, si sprigiona una miscela che provoca reazioni chimiche che formano nuove sostanze velenose e spesso sconosciute.

Secondo Codacons

i fuochi d’ artificio provocano un vertiginoso aumento delle polveri sottili, sostanze non salutari come le polveri di stronzio, bario , rame, alluminio , titanio e ferro. Non si tratta solo di una primitiva e pericolosa usanza, che ogni anno provoca centinaia di feriti, anche gravi, ma anche di una moda che, al di là degli incidenti, costituisce comunque un problema serio per la salute, in particolare per bambini, anziani ed animali

Negli animali, invece, i fuochi d’artificio generano una paura incontrollata. Questa paura, che causa non poco frequente anche infarti cardiaci nei nostri amici a 4 zampe, fa spesso fuggire gli animali domestici provocandone lo smarrimento o la morte per incidente stradale. A rischio per la paura generata dai fuochi pirotecnici, sono anche gli animali selvatici.
È il caso ad esempio, degli uccelli che riposano sui posatoi notturni, spesso in colonie molto numerose. I fuochi pirotecnici generano in loro istintive reazioni di fuga che, unite alla mancanza di visibilità, causano la morte di molti di essi, soprattutto per eventi traumatici, derivanti dallo scontro in volo con strutture urbane

È proprio per questi motivi che, presso il negozio di animali Zero Zero Setter in via Marconi 43 ad Avezzano, è stata aperta una raccolta di firme per dire basta ai botti di Capodanno.

I proprietari del negozio hanno dichiarato:

Dicembre è uno dei mesi più belli e gioiosi per tutti noi, ma per i nostri amici a quattro zampe si avvicina anche la fatidica notte di San Silvestro. Con questa petizione vogliamo dire BASTA ai cosiddetti “botti” che ogni anno causano la morte di circa 5 000 animali. La percezione del suono del cane supera i 60 000 hertz mentre quella dell’uomo si limita ai 15 000 hertz, questo provoca negli animali un disagio che non possiamo neanche immaginare. L’attivazione di petardi, botti, fuochi d’artificio e simili può considerarsi come maltrattamento e comportamento lesivo nei confronti di cani, gatti, animali domestici e uccelli. Molti animali per lo spavento scappano dalle loro case o recinti e finiscono sulle strade causando incidenti e si rifugiano nei posti più impensabili. Chiediamo quindi che venga vietata la vendita dei botti augurandoci che i cittadini siano pronti a rinunciare a questo divertimento che in pochi istanti può avere delle conseguenze ben peggiori.