Sulle panchine di Piazza Risorgimento punti vista “opposti” tra Verrecchia e il Comitato Mobilità Sostenibile Marsicana



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

AVEZZANO– Negli scorsi giorni il commissario prefettizio Mauro Passerotti ha ipotizzato un possibile spostamento delle panchine presenti in Piazza Risorgimento ad Avezzano, verso la parte nord della stessa area, in modo tale da concedere maggiore spazio alle attività in centro. L’idea, però, non è stata accolta in maniera favorevole dal Comitato Mobilità Sostenibile Marsicana Onlus, in quanto costituirebbe un ostacolo per pedoni e, soprattutto, ciclisti; in merito a tale vicenda lo stesso CMSM ha rilasciato un comunicato dove si capisce in maniera netta la pozione del comitato:

“Abbiamo letto nel web, con sconcerto, circa l’ipotesi del commissario prefettizio Mauro Passerotti di spostare le panchine nella parte nord di piazza Risorgimento per fare spazio alle «attività del centro». Tutto ciò è legato alla pandemia Covid-19. Non abbiamo nulla da ridire su sgravi, contributi, fondi e facilitazioni previste dal governo centrale e da quelli locali riguardanti le attività più colpite dalla citata pandemia, ma è bene chiarire: dai quattrini agli spazi pubblici ce ne passa. Stiamo parlando, infatti, di un luogo del Quadrilatero molto frequentato dai pedoni; esso è non a caso la piazza centrale di una cittadina di 42mila abitanti. Fu raccontato alla cittadinanza, tra l’altro, che la trasformazione di quel tratto di via Camillo Corradini serviva a recuperare lo spazio sottratto ai pedoni dalla nuova fontana. La sistemazione prospettata comprometterebbe in buona parte tutto ciò non si sa per quanti mesi.

Non solo, detto tratto contiene anche la pista ciclabile che, in tal caso, sarebbe spezzata in due, inutilizzabile proprio nei mesi della sua massima frequentazione. Tutto ciò è in controtendenza rispetto a quanto è stato recentemente proposto, consigliato sia dal governo centrale, sia da iniziative di grossi comuni italiani che hanno accelerato l’attuazione di misure legate alla mobilità di pedoni e ciclisti e proposto nuovi interventi da portare a termine nell’immediato. È bene ricordare che è stato deciso a gennaio, di chiudere un tratto di via XXIV Maggio interessato dalla pista ciclabile proprio in uno dei giorni di maggiore affollamento, per lasciare spazio ai banchi degli ambulanti. Ci chiediamo: perché su via XXIV Maggio sì, mentre lungo via Anna Maria Torlonia – dove non passa la ciclabile e il mercato settimanale è stato ospitato per decenni – no? (Bisognerà eliminare i cordoli lungo via XXIV Maggio)”.

Dall’altra parte, però, Massimo Verrecchia, capo della segreteria del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, attraverso un post pubblicato su Facebook, si è detto favorevole al possibile spostamento delle panchine nella zona nord di Piazza Risorgimento, provvedimento momentaneo che permetterebbe, secondo il suo punto di vista, una migliore ripartenza per i commercianti: “Spostare di qualche metro le panchine mi trova personalmente d’accordo soprattutto se l’intento è mirato, in questo terribile momento, per consentire il riavvio di qualche attività commerciale che necessita di particolari misure. Questo principio va garantito anche ad altre posizioni che non pregiudichino nessuno. Sedersi momentaneamente su una panchina spostata di tre-quattro metri non è un dramma paragonabile a chi è senza stipendio, o entrate, da mesi! È una questione di buon senso”.



Marianetti MED

VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED

L’angolo del Beauty – Bellezza VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED I soliti vestiti? Anche no, grazie. Quest’anno regala (o regalati) bellezza con i gift voucher di Medicina estetica. Quest’anno invece dei soliti regali, metti sotto l’albero una pelle più bella, giovane e luminosa grazie ai “buoni regalo” di MarianettiMED, la clinica