Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Pescina – In un’estate degli anni ’80 fece sosta presso la stazione F.S. di Pescina il famoso “Treno Verde” con una mostra itinerante organizzata dal Ministero dei Trasporti,...
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Assediarono i kosovari al bar, rinviati a giudizio

Assediarono i kosovari al bar, rinviati a giudizio

L'accusa per sette persone è di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale
Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Antonio Gentile
Antonio Gentile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Barile
Mario Barile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Emilio Martorelli
Emilio Martorelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna Berardi
Anna Berardi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Barbara Carolli
Barbara Carolli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Gabriella Pietropaoli
Maria Gabriella Pietropaoli
Vedi necrologio
|
|

Avezzano – Guerriglia urbana a Celano: il Gip del Tribunale di Avezzano ha rinviato a giudizio sette persone con l’accusa di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Come riporta il Messaggero, i fatti si riferiscono alla notte del 21 novembre del 2013 quando due kossovari, accusati di un pestaggio ad un ragazzo, rimasero assediati all’interno di un bar che si trova nella piazza centrale del paese e rischiarono il linciaggio di duecento celanesi. Dopo un lungo, e ed estenuante assedio, gli stranieri si salvarono grazie all’intervento di una quarantina di carabinieri e della polizia urbana.

Alcuni giovani cercarono anche di forzare il cordone delle forze dell’ordine nel tentativo di aprirsi una breccia per entrare nel locale con la forza. Ci furono momenti di terrore e solo dopo alcune ore, grazie ai carabinieri arrivati da tutta la provincia, si riuscì a riportare la calma nel paese.
I carabinieri con un’abile manovra riuscirono a far uscire i kossovari dal bar a caricarli su un’auto e a portarli via passando in mezzo alla folla riunitasi dopo una serie di episodi di violenza da parte di un ristretto gruppo di extracomunitari ai danni di almeno una ventina di persone di Celano.

Alcuni fatti nel quartiere fecero fomentare pian piano la rabbia fino a che esplose nella notte della guerriglia urbana. Il collegio difensivo è composto da: Barbara D’Amore, Mario Del Pretaro, Tonino D’Amore, Domenico Quadrato, Daniele Cantelmi. Dopo l’episodio, l’allora sindaco di Celano, Filippo Piccone, convocò un consiglio comunale straordinario dove fu approvata una mozione chiedendo di rafforzare da subito la presenza delle forze dell’ordine sul territorio con l’assunzione di diversi vigili urbani per presidiare i posti caldi, attraverso un coordinamento con i carabinieri. Fu sollecitata una maggiore presenza dell’Arma. Furono decisi più controlli nei locali pubblici ritenuti troppo permissivi nei confronti degli atteggiamenti di alcuni gruppi di persone, non solo extracomunitari.

E proprio per reprimere ogni forma di delinquenza e riportare la sicurezza, nell’ultima settimana nel territorio del Comune di Celano i militari dell’Arma hanno eseguito una serie di controlli straordinari. Il servizio, disposto dal Comando Provinciale dell’Aquila, ha impegnato in tutto 40 militari provenienti dai reparti della provincia, che si sono concentrati su Celano e hanno pattugliato i luoghi frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti, controllando circa 150 persone.

PROMO BOX

Screenshot_2024-05-26-09-39-45-877_com.mi
IMG-20240526-WA0001
"Cogito ergo sum", mostra personale di Amira Chamroukhi
444190087_998406295204974_6375026407074640754_n
Vallepietra_Santuario-SS-Trinita
WhatsApp Image 2024-05-25 at 18.46
WhatsApp-Image-2024-05-25-at-18.11
Tre escursionisti salvati sul Gran Sasso dopo aver perso la traccia del percorso
È il co-pilota elisoccorso 118 Paolo Dal Pozzo, 41 anni, la vittima dell'incidente all'Air Show dell'Aquila, cordoglio del CNSAS e CRI L'Aquila
elisoccorso
Valeria D'Angeli
rissa lite giovani
6d1c1351-f522-4fba-93b2-c78dbf8a7fa5
Avezzano_commissariato terremarsicane
WhatsApp Image 2024-05-25 at 11.39
PHOTO-2024-05-25-10-41-28
carabinieri-arresto
Il viceministro Cirielli in visita a Gioia dei Marsi alla ricerca delle sue origini
Incidente mortale all'Air Show dell'Aquila: uomo investito da cisterna, annullata l'esibizione delle Frecce Tricolori
Troppe persone appostate per fotografare e filmare l'orso bruno marsicano: Il PNALM chiude il sentiero F10
IMG_5269
sandro
442437308_10227942905772855_215989928752936255_n
3f3cffdf-a6ff-410f-bb84-8277298064f0

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Antonio Gentile
Antonio Gentile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Barile
Mario Barile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Emilio Martorelli
Emilio Martorelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna Berardi
Anna Berardi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Barbara Carolli
Barbara Carolli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Gabriella Pietropaoli
Maria Gabriella Pietropaoli
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina